menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carta del turismo sostenibile: iniziano i lavori alle Foreste Casentinesi

Obiettivo è quello di sviluppare una strategia comune per la programmazione di azioni di promozione del turismo naturalistico e per la valorizzazione delle risorse e dei servizi

Mercoledì pomeriggio, alle 15.30, nella sede del Parco, palazzo Nefetti, è in programma il primo tavolo tecnico territoriale in programma nell’ambito delle iniziative di contatto e formazione per la Carta Europea per il turismo sostenibile a cui il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna è candidato. L’iniziativa è aperta alle amministrazioni pubbliche, al mondo delle imprese e rispettive rappresentanze, alle Associazioni ambientaliste, alle guide e accompagnatori del territorio, agli Enti religiosi ed associazioni culturali, ai singoli operatori turistici, ai musei ed ecomusei, alle proloco, alle associazioni culturali e turistiche ed aziende agricole ed agrituristiche.

Obiettivo è quello di sviluppare una strategia comune per la programmazione di azioni di promozione del turismo naturalistico e per la valorizzazione delle risorse e dei servizi. “Stiamo lavorando - ha commentato il presidente del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Luca Santini– affinché il turismo sia in grado di muovere economia e creare occupazione senza trascurare la qualità della vita delle comunità locali e dei turisti".

"La carta europea del turismo sostenibile rappresenta uno strumento essenziale per porre in essere una politica turistica – integrata, fondata sul coinvolgimento e la collaborazione di tutti gli attori pubblici e privati - ha proseguito Santini -. L’ente Parco in questo percorso si avvarrà della collaborazione dell’Apt Servizi della Regione Emilia Romagna, con l’Unione di Prodotto Appennino Verde e Casentino Sviluppo e Turismo,  che ci supporterà per  seguire e per gestire tutta la parte organizzativa-logistica di incontri e forum grazie all'ottimo rapporto e alla proficua collaborazione che si è sviluppata nel corso dell’ultimo anno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento