rotate-mobile
Arte

Alla Milano Design Week c'è anche il duo "Le Clochart": le poltrone diventano opere d'arte

Giovedì 18 aprile dalle 17.00 Le Clochart saranno presenti al Decor Lab offrendo al pubblico la possibilità di immergersi nel loro mondo creativo con una performance artistica live

Durante la Milano Design Week sarà esposta la capsule collection in edizione limitata realizzata da Adrenalina, una mini collezione di sedute rivestite con la trasposizione su tessuto delle opere artistiche di Ilaria Milandri e Jessica Di Vito, il duo Le Clochart.  Un appuntamento importante per le due artiste, entrambe con diverse esperienze personali nel mondo dell’arte e che dal 2020 hanno deciso di collaborare. “Abbiamo aperto le scatole di colori, gli album, i libri, soprattutto d'arte e ognuna ha attinto dal proprio vissuto e messo il presente su carta”.

Ilaria Milandri forlivese, laureata all’Accademia di Belle Arti di Bologna, e Jessica Di Vito pesarese, di professione chinesiologa ma con una passione viscerale per il disegno e per la grafica, spiegano: “Abbiamo deciso di chiamarci Le Clochart perché siamo nomadi dentro e niente più dell'arte ci aiuta a viaggiare, oltrepassare, scardinare, per poter stare nel qui e oggi. Vorremmo che anche chi guarda le nostre opere sentisse la libertà di nutrirsi, di permettersi, di osare.”

Le loro opere nascono su carta, tele, muri, con pennarelli acrilici o tempere tramite un processo creativo spontaneo, dove il disegno e il colore si mescolano per creare forme e dettagli intricati, le linee diventano temi, ossessioni che diventano poetica, cifra che si traduce in un ricamo fitto su campiture compatte, delimitate, dense. Facce, animali, spazi interni ed esterni, impossibili. Si scambiano i fogli, i disegni, i colori, i progetti, il lavoro finito a quattro mani libere ha sempre una doppia maternità: un incontro che è uno scontro con un risultato provocatorio, destabilizzante, dissacrante. Il loro tratto inconfondibile, caratterizzato dall’uso generoso dei colori viene poi trasposto su tessuti, quadri, oggetti, capi di abbigliamento, tutti in serie limitata.  

La forte propensione di Adrenalina per la sperimentazione, che ha sempre spinto il brand verso connessioni e sinergie creative con mondi espressivi paralleli al design, ha portato alla partnership con le due artiste. Alcuni modelli di poltrone del catalogo sono stati rivestiti con le loro tele ispirate alle opere di famosi artisti come Botticelli, Klimt, Matisse, Picasso, Michelangelo, Modigliani,  sapientemente riviste nell’ottica creativa Le Clochart. In questa fusione di arte e design ogni poltrona diventa un simbolo di libertà e di espressione. 

La poltrona Hammock, disegnata da Debonademeo, con le sue linee minimaliste e irregolari, accoglie un Modigliani nell’interpretazione audace e dalle forti cromie tipica delle due artiste.  La poltrona Boll, del designer Simone Micheli, ospita invece la Venere del Botticelli o il David di Michelangelo. I disegni reinterpretati da Le Clochart sono stati fedelmente trasportati su tessuto e rivestono le forme rotondeggianti della seduta che aggiunge alla sua funzione originaria quella di opera d’arte capace di animare ogni ambiente. 

In anteprima le poltrone Nina e Lov, sempre di Simone Micheli, che si ispirano rispettivamente a Klimt e a Matisse. Se con Matisse la cifra stilistica de le Clochart trova ampi spazi per i propri ricami e microdecori, con Klimt la fitta rete di dettagli, caratteristica del maestro viennese, s'intreccia con i segni ossessivi e ripetitivi delle mani di Jessica e Ilaria. È un rincorrersi senza sosta, un ritorno senza soluzione di continuità a un inizio che non ha mai fine. Oro e filigrana, preziosità di materia e di dettaglio. Giovedì 18 aprile dalle 17.00 Le Clochart saranno presenti al Decor Lab offrendo al pubblico la possibilità di immergersi nel loro mondo creativo con una performance artistica live.  

About Le Clochart

Le Clochart è un progetto creativo nato nel 2020. Ilaria Milandri, forlivese diplomata all’Istituto Statale d’Arte di Forlì e in seguito laureata all’Accademia di Belle Arti di Bologna, e Jessica Di Vito, pesarese di professione chinesiologa, con una innata propensione e passione per il disegno e per la grafica, nonostante esperienze artistiche e di vita completamente diverse hanno trovato nell’arte il loro punto d’incontro. Le artiste disegnano a 4 mani e le loro prime opere sono nate come per necessità, come via di fuga nei confronti di una realtà sempre troppo omologata. Arrivando da percorsi creativi diversi e lontani nel tempo e nello spazio i loro lavori producono risultati artistici che partono da uno scontro di strade che poi si uniscono e creano linee continue, che diventano temi, ricami fitti, forme dense, provocatorie e destabilizzanti riempite di colori accesi. La potenza delle loro opere è determinata proprio dall’impossibilità di distinguere la mano di ognuna, è una fusione di regole create e poi distrutte, ignorando il come, ma puntando sempre al cosa, a quello che rappresenta e che colpisce. Lavorano su carta, tele e muri, con acrilici e tempere e il loro tratto inconfondibile viene poi trasposto su tessuti, quadri, oggetti, capi di abbigliamento, tutti in serie limitata. 

About Adrenalina

Adrenalina è un brand nato nel 1999 con l’obiettivo di portare una ventata di novità nel mondo degli arredi imbottiti. Dirompente, scultorea e positivamente diversa, Adrenalina cresce negli anni proponendo forme inusuali e osando con entusiasmo da tutti i punti di vista: concettuale, stilistico e comunicativo, arredando spazi pubblici e privati. Adrenalina ha collaborato negli anni con designer italiani e stranieri portando sul mercato forme inusuali e anticonformiste. Dal 2022 la direzione artistica è stata affidata al duo italiano Debonademeo. Nel 2023 Adrenalina compie un’operazione di rebranding, un segnale di maturità a 24 anni dal primo lancio, che riconferma il superamento della fase più iconica verso un’epoca di garbo ed eleganza. Il rebranding del marchio interviene sul logo, e sull’immagine generale, ponendo l’oggetto seduta al centro di un dialogo con l’essere umano contemporaneo, immerso in ambienti fluidi e trasversali.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla Milano Design Week c'è anche il duo "Le Clochart": le poltrone diventano opere d'arte

ForlìToday è in caricamento