Sabato, 13 Luglio 2024
Basket

Allen decisivo, Rimini si arrende solo nel finale: il derby di Supercoppa è dell'Unieuro

Quello che è andato in scena davanti ai 1500 tifosi dell'impianto di via Punta di Ferro è stato un derby piacevole, a tratti anche a intenso, che la squadra di coach Antimo Martino è riuscita a far suo dopo aver fatto il bello e il cattivo tempo

La Pallacanestro Forlì 2.015 fa suo il derby contro la Rinascita Basket Rimini e strappa il pass per i quarti di finale di Supercoppa, con la sfida che si disputerà martedì prossimo (si è in attesa di conoscere il nome dell'avversario e dove si giocherà il match). Quello che è andato in scena davanti ai 1500 tifosi dell'impianto di via Punta di Ferro è stato un derby piacevole, a tratti anche a intenso, che la squadra di coach Antimo Martino è riuscita a far suo dopo aver fatto il bello e il cattivo tempo. Come a Chiusi, Forlì ha messo in campo fisicità sotto le plance, ritmo e circolazione di palla nel primo tempo, scavando tra se e gli ospiti ben 16 punti di distanza prima del blackout del terzo quarto, con la compagine di Mattia Ferrari capace di riaprire il match con un parziale di 17-2 grazie ad uno scatenato Derrick Marks. Capitan Daniele Cinciarini, Fabio Valentini e poi un decisivo Kadeem Allen hanno riportato l'inerzia della posta in palio dalla parte dell'Unieuro 2.015 fino al decisivo 67-61. 

Supercoppa, il derby tra Unieuro Forlì e Rinascita Rimini

La partita

Orfana dell'infortunato Xavier Johnson, Martino parte con Allen, Zilli, Valentini, Radonijc e Pollone. Forlì mette subito tanta fisicità in difesa, arpiona 7 rimbalzi e per Rimini sono polveri bagnate. La squadra di Martino sfrutta molto i lunghi e dopo 5'46 è già 10-2, con Zilli e Allen sugli scudi con 4 punti a testa. Dopo il timeout di coach Ferrari la Rinascita reagisce con un break di 5-0, che viene interrotto da un bel taglio di Pascolo su assist di Cinciarini. Rimini aggancia Forlì aprendo il fuoco dall'arco con Tassinari e Tommasini, ma è la mano mortifera di Cinciarini a chiudere la prima serena con i padroni di casa avanti 17-16. Il secondo periodo parte con la mano calda di Tassone, ma gli ospiti provano a rimanere in scia, con Tassinari che approfitta di una palla persa di Allen per incendiare la retina dalla media distanza per il -4 (25-21). Da qui in avanti Forlì con un'ottima difesa tiene a distanza la squadra di Ferrari, che piomba sul -11 con la tripla di Radonijc, fino a precipitare sul -16 con la bomba del 41-25 sulla sirena di fine quarto di uno scatenato Cinciarini (12 punti in 13'31 di gioco).

Rimini esce dall'intervallo lungo con un altro spirito, con una buona difesa e tanta intensità, mentre Forlì fatica a trovare la via del canestro: Marks si carica lo zaino di responsabilità e trascina i suoi sul -1 con un super parziale di 17-2. La squadra di Martino esce dal lungo blackout con l'appoggio di Zampini, ma è Rimini a mettere il muso avanti con la tripla di Tassinari (46-47). L'Unieuro reagisce e trova un allungo di 4 punti con un break di 5-0, con cioccolatino dall'arco di Valentini. Un incomprensione di Allen e Pollone apre l'azione della tripla del -1 firmata da Simioni. Le due squadre tornano a braccetto, prima di un antisportivo di Marks su Allen a dar fiato ai padroni di casa, arricchito dalla tripla di Pollone del +4 (62-58). Il numero 2 riminese tiene gli ospiti a -3 con la quarta tripla del match (64-61), ma a 25 secondi di gioco è Allen a segnare il canestro che vale la partita. Il derby è dell'Unieuro: finisce 67-61. 

Il tabellino

Unieuro Forlì-Rivierabanca Rimini 67-61 (17-16, 41-25, 45-42)

UNIEURO: Allen 8, Cinciarini 15, Valentini 9, Zampini 7, Tassone 5, Johnson, Pascolo 8, Pollone 5, Munari, Zilli 5, Zilio, Radonjic 5. All.: Martino.

RIVIERABANCA: Tassinari 9, Marks 17, Anumba, Bonfè, Grande, Tomassini 7, Scarponi 10, Masciadri 2, Lombardi, Sirri, Johnson 9, Simioni 7. All.: Ferrari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allen decisivo, Rimini si arrende solo nel finale: il derby di Supercoppa è dell'Unieuro
ForlìToday è in caricamento