rotate-mobile
Calcio

Calcio, per il Forlì è notte fonda: prestazione incolore, il Sasso Marconi passeggia 3-1

I felsinei hanno agguantato i tre punti, battendo la squadra di mister Giovanni Cornacchini col punteggio di 3-1

Una squadra senza grinta ed idee. E' un ko meritato, ma difficile da digerire, quello subìto nel turno infrasettimanale dal Forlì sul campo del Sasso Marconi. I felsinei hanno agguantato i tre punti, battendo la squadra di mister Giovanni Cornacchini col punteggio di 3-1. Un'autentica debacle, mal digerita dai tifosi biancorossi che hanno guardato la partita attraverso i canali social delle due società.

Una prestazione deludente, dove i Galletti - dopo la vittoria col Ghivizzano - sono apparsi in gara solo nel primo quarto d'ora salvo poi subire la rimonta dei padroni di casa bolognesi, abili a sfruttare le incertezze di un Forlì senza idee ed incapace di reagire. Mister Cornacchini raschia il fondo del barile e mette in campo l'undici migliore possibile al netto delle assenze con un 4-4-2 più abbottonato con linea a quattro difensiva composta da Fabbri, Ronchi, Capitanio e Rrapaj, centrocampo con Gkertsos, Ballardini, Buonocunto e Borrelli, in avanti Amaducci e Pera. La partenza  sarebbe anche buona perché al primo affondo su schema da calcio d'angolo il Forlì trova il vantaggio con Capitanio che al 2° fa 0 a 1. È un fuoco di paglia perché lentamente il Sasso Marconi riordina le idee e alla prima occasione pareggia: Testoni salta Fabbri e crossa per Torelli che stoppa e tira, la palla sbatte sul palo e si insacca per l'1 a 1.

Nella ripresa mister Cornacchini cambia subito inserendo Schirone per Fabbri alla ricerca di una palla filtrante in una difesa bolognese non certo irresistibile ma al 58° è il Sasso Marconi che sfrutta al meglio un contropiede di Jassey, assist a centro area per Errichiello che beffa De Gori e sigla il 2 a 1. Il Forlì ha un sussulto due minuti più tardi quando Pera e Schirone sono protagonisti di un batti e ribatti in area con la difesa gialloblu che si salva affannosamente. Il match però si chiude di fatto al 63° con Testoni che crossa dalla sinistra, Capitanio e De Gori non si intendono e palla che sbatte su Rrapaj per il più classico degli autogoal. Una sconfitta che non ammette repliche, con il Forlì apparso in confusione e incapace di impostare una manovra degna di nota. Classifica alla mano i biancorossi scivolano nei bassi fond,  con la vetta che scappa a undici lunghezze e con una squadra che solo dopo sette giornate appare già tagliata fuori dai palcoscenici a cui aspirava.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, per il Forlì è notte fonda: prestazione incolore, il Sasso Marconi passeggia 3-1

ForlìToday è in caricamento