Calcio

Il Forlì gioca metà gara in superiorità. Ma a Carpi non va oltre il pareggio

Match che andava in scena dieci giorni dopo il primo incontro tra le due formazioni in Coppa Italia, che videro premiata la formazione Carpigiana per 3 a 1

Finisce 0 a 0 la terza gara del campionato Nazionale Dilettanti girone D tra Athletic Carpi e Forlì. Match che andava in scena dieci giorni dopo il primo incontro tra le due formazioni in Coppa Italia, che videro premiata la formazione Carpigiana per 3 a 1. Discorso ben diverso in campionato con mister Giovanni Cornacchini che come detto alla viglia del match cambia sette undicesimi rispetto alla gara di Coppa, dovendo fare a meno di due pedine importanti come Petrucci e Piva fermi ai box, ma recupera Buonocunto che va in panchina e Schirone che rientra dalla squalifica.

Undici titolare con De Gori in porta, i due centrali Pezzi e Capitanio coadiuvati sulle fasce da Gkertsos e Fabbri, centrocampo a tre con Ballardini, Rrapaj e la conferma del giovane Amaducci dopo la buona gara con l'Aglianese, in avanti Borrelli a sostegno di Verde e Pera. Parte bene il Forlì che appare determinato fin dalle prime battute; al 7° Togola perde palla con Pera che è lesto a cercare la conclusione ma Ferretti para. Ancora Forlì al 19° con Verde che prova il tiro e questa volta Ferretti alza la palla in corner; sul susseguente corner ben calciato da Rrapaj, la palla danza in area ed è Amaducci a sciupare una buona occasione alzando il tiro. Primi segnali di Athletic Carpi al 26° con Raffini che di testa sfiora la rete ma nel complesso sono gli uomini di mister Giovanni Cornacchini ad essere più pericolosi col Carpi che soffre gli inserimenti laterali dei galletti. Gara che parrebbe prendere la piega giusta per il Forlì allo scadere di primo tempo con l'Athletic Carpi che rimane in inferiorità numerica per l'espulsione di Ficola (46° doppio giallo) e che sulla carta regala una ripresa tutta in favore dei biancorossi di Romagna.

Ripresa che invece vede i padroni di casa Emiliani subito pericolosi con Raffini che in contropiede si fa quaranta metri palla al piede, salta De Gori e stanco conclude con Capitanio che sulla linea sventa la minaccia. E' il momento migliore dei padroni di casa che galvanizzati colgono anche una traversa clamorosa sempre ad opera di Raffini; mister Cornacchini nonostante la minaccia tenta il tutto per tutto con una girandola di cambi e inserendo due punte fresche come Longobardi e Ndiaye ma la musica non cambia con l'Athletic Carpi ancora pericoloso all'80° questa volta con Aldrovandi ma la palla per fortuna del Forlì termina alta. Ultimo pericolo al minuto 93° questa volta col Forlì in avanti alla ricerca del goal partita ma è Tosi per gli emiliani a sventare una seria minaccia bloccando il contropiede orchestrato da Rrapaj e Longobardi e sancendo il definitivo risultato di 0 a 0.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Forlì gioca metà gara in superiorità. Ma a Carpi non va oltre il pareggio

ForlìToday è in caricamento