rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Mangiar bene s'impara!

Mangiar bene s'impara!

A cura di Claudia Cecere

Colesterolo e trigliceridi: meno grasso con la dieta

Ridurre il colesterolo LDL ("quello cattivo") comporta poi una minor pressione sanguinea, utile anche a prevenire il diabete e a dimagrire, evitando la formazione di grasso addominale.

C'è chi lo ha e chi no, ma comunque tutti lo temiamo. Il colesterolo è un po’ come un temporale in arrivo: possiamo rischiare di bagnarci lasciando a casa l’ombrello di proposito oppure esser premurosi e portarselo dietro.  Per combattere colesterolo e trigliceridi una dieta sana e naturale, povera di sale e di zucchero, è l’ideale per chi tiene alla propria salute. Dalla propria alimentazione andrebbero eliminati anche il fruttosio, i grassi idrogenati e di palma, ridotto di grassi saturi delle carni, salumi e formaggi. 

Ridurre il colesterolo LDL ("quello cattivo") comporta poi una minor pressione sanguinea , utile anche a prevenire il diabete e a dimagrire, evitando la formazione di grasso addominale. Ma cosa è bene mangiare? Innanzitutto via libera ai cibi bruciagrassi come quelli proteici e detox, ricchi di fibre soprattutto solubili . Via libera quindi a pesce e carni bianche, legumi, uova (se tollerate), parmigiano e ricotta ( 2 volte a settimana ), yogurt naturale bianco o greco. Va aumentato l’apporto di fibre solubili, come i betaglucani di avena e orzo, le mucillagini di pere e semi di lino, le pectine delle mele e i galattomannani dei legumi.

Se poi a ciò aggiungiamo l’uso di cereali e derivati (pane, pasta e riso) integrali e il consumo di 5 porzioni al giorno di verdura (in tutto 750 grammi a crudo) e/o insalate (30-100 grammi l’una) e di 3 di frutta (250-300 grammi, non di più per via del contenuto in zuccheri che, se in eccesso, alzano i trigliceridi), allora possiamo essere certi di ottenere ottimi risultati in termini di controllo dei grassi e degli zuccheri nel sangue.

Ma…. Lo sapevi che la vitamina C riduce i grassi nel sangue? Ecco quindi che kiwi, fragole, broccoli, mele e agrumi, peperoni e pompelmo rosa diventano forti alleati nella tua alimentazione quotidiana. Ricordati pero che una parte del colesterolo è fondamentale per la corretta produzione ormonale . infatti esso è essenziale per la formazione delle sinapsi nel cervello, i punti di contatto tra un neurone e l’altro fondamentali per il passaggio degli impulsi nervosi.

Ricorda che i cibi che contengono colesterolo, come frutti di mare, pesce grasso e uova, non trattati e non lavorati industrialmente, contribuiscono a far aumentare il colesterolo HDL detto “buono”, quello che riduce i rischi di infarto e ictus perché abbassano il colesterolo LDL, “cattivo”. Ecco allora che una dieta sana e naturale varia , che includa anche a rotazione alcuni cibi "crea colesterolo" è fondamentale per la nostra salute.
 

Si parla di

Colesterolo e trigliceridi: meno grasso con la dieta

ForlìToday è in caricamento