menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marietta ad honorem a Simonetta Agnello Hornby e Vito

Domenica, durante la Festa Artusiana, sono stati consegnati i due Premi Marietta ad honorem, che da qualche anno affiancano il Premio Artusi

Domenica, durante la Festa Artusiana, sono stati consegnati i due Premi Marietta ad honorem, che da qualche anno affiancano il Premio Artusi, e attribuiti a chi, con modalità differenti, contribuisce alla diffusione della conoscenza della cucina domestica. Premiati la scrittrice Simonetta Agnello Hornby e il comico, grande appassionato di cucina, Stefano Bicocchi in arte Vito. Due personaggi conosciuti al grande pubblico, uniti da una comune passione: il piacere della tavola.



Questo Premio è un omaggio a Marietta Sabatini, la fedele governante dell’Artusi, che ha condiviso e provato in cucina centinaia e centinaia di ricette dando vita al celebre Manuale artusiano. Simonetta Agnello Hornby è una scrittrice di talento, siciliana d’origine inglese d’adozione, di recente autrice del volume “Cucina del buon gusto” (Feltrinelli editore). Stefano Bicocchi più celebre come Vito, ha trasferito la sua comicità nei numerosi programmi televisivi sulla cucina e nel volume “E’ pronto in tavola”.

E’ responsabile di una filiale di banca e ha la passione per i fornelli. Nessun professionismo, solo sacro fuoco sulle orme di Pellegrino Artusi. Si chiama Raffaella Bugini risiede a Valbrembo in provincia di Bergamo ed è la vincitrice del Premio Marietta, il concorso nazionale per cuochi dilettanti, dedicato alla fedele governante dell’Artusi, Marietta Sabatini. La Bugini ha strabiliato la giuria con il suo “Risotto al moscato di scanzo con biligòcc e fonduta di strachitund”, ispirato al celebre manuale artusiano.

A lei vanno mille euro e soprattutto il prestigioso riconoscimento di “erede” di Marietta Sabatini, colei che ha condiviso centinaia e centinaia di ricette insieme al padre della cucina italiana. La consegna del Premio è avvenuta ieri (domenica 17 giugno) nella Chiesa dei Servi, ed a farlo è stata Margarita Fores fulcro del recente accordo tra Casa Artusi e Manila nella Filippine, ospite della Festa.

Ricco anche il menù di martedì 19 giugno dedicato in modo particolare ai prodotti pugliesi e siciliani della Cooperativa Sociale Placido Rizzotto, nell’ambito di Libera Terra che produce nelle terre confiscate alla mafia (ore 19,30 a Casa Artusi). Francesco Galante, presidente della cooperative, guiderà i partecipanti in un percorso di conoscenza e degustazione (quota partecipazione 10 euro). Sempre di mafia e cibo si parlerà nella piazzetta Berta e Rita alle 21,00 con “Liberati dalle mafie con gusto” insieme a Libera Terra e i Gas. Tra i partecipanti Pietro Venezia (Prober), Carlo Rondoni ( Presidente Barcobaleno), Ornella Mordenti (GaSarage Forlì), Francesco Galante.

Ricchissimo come sempre, anche il cartellone degli spettacoli, col folk romagnolo dei Malardot (piazza Garibaldi ore 20,30), Gege Munari e i New Generation 5Tet con Artusijazz (ore 21,30 Osteria L’Aldiqua), e gli Spartiti per Scutari Orkestra (ore 22,00 piazza Trieste).

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento