menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Banda larga a Modigliana: un progetto per le imprese locali

“Questo progetto – dichiara Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di Commercio di Commercio di Forlì-Cesena – è importante e innovativo anche per il riuscito coinvolgimento di “pubblico e privato”"

Istituzioni pubbliche e imprese private si sono messe insieme per portare a compimento un progetto a lungo caldeggiato dal territorio di Modigliana e che riguarda la infrastrutturazione a banda larga e ultralarga delle zone produttive comunali. Un’idea, che ha preso consistenza con il passare dei mesi, ora diventa realtà: dopo lo studio di fattibilità realizzato da Uniontrasporti, si è giunti all’accordo tra Comune di Modigliana e Camera di Commercio di Forlì-Cesena e Lepida per portare la banda larga e ultralarga nelle aree industriali e artigianali del territorio comunale.

La decisione deriva dalla necessità di connettere attraverso le reti di nuova generazione un’area collinare della provincia e di supportare il tessuto produttivo locale che vede attive una serie di aziende significative, tra cui Aurel e Alpi, anche dal punto di vista dell’impatto socio occupazionale su questa area. Infatti, grazie alla realizzazione di tali infrastrutture, le aziende localizzate in questo territorio potranno avere ritorni positivi in termini di utilizzo di applicazioni innovative ad elevato valore aggiunto, migliore efficienza e quindi maggiore competitività sui mercati di riferimento con la conseguente valorizzazione delle aree insediative nelle quali sono localizzate.

Coinvolte nel progetto, oltre a Camera, Uniontrasporti e Comune anche Lepida – società che opera a livello regionale, nata originariamente per connettere la Pubblica Amministrazione, disponibile per intervenire tecnicamente, la Associazioni di Categoria e le imprese stesse, in numero di circa 18 che vogliono ridurre il digital divide infrastrutturale. In particolare, la struttura geografica ed economica dell’area ha portato alla definizione di un “modello di infrastrutturazione mirata e selettiva”, idoneo per aree circoscritte e per connettere un numero limitato di aziende, che saranno così raggiunte con collegamenti dedicati “punto a punto” e che parteciperanno ai costi per la realizzazione delle opere stesse.

Quattro sono le aree industriali e artigianali individuate nel territorio, per le quali sono state esaminate la dotazione infrastrutturale già in essere, intermini di cavi, tubi e apparati in genere, e quella da predisporre per l’entrata della fibra nei locali delle singole aziende ed è stato predisposto un progetto esecutivo per la realizzazione delle opere di scavo e stesura della fibra ottica.

I tempi previsti per il completamento del progetto sono settembre 2014. Mercoledì, nella sede camerale a Forlì, sono presenti ad illustrare il progetto tutti i rappresentanti delle istituzioni coinvolte: Antonio Nannini, Segretario Generale della Camera di Commercio di Forlì-Cesena, Claudio Samorì e Vincenzo Samorì, rispettivamente Sindaco  e Assessore alle Attività Produttive del Comune di Modigliana, Claudio Pasini, Amministratore Delegato Uniontrasporti e, in video conferenza non potendo esserci di persona, Gianluca Mazzini, Direttore Generale Lepida, e rappresentanti delle ditte Alpi e Aurel.

“Questo progetto – dichiara Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di Commercio di Commercio di Forlì-Cesena – è importante e innovativo anche per il riuscito coinvolgimento di “pubblico e privato”: insieme, hanno dato vita ad una vera e propria “cabina di regia”, attraverso la quale si è giunti a risultati concreti, portando a soluzione anche i problemi che riguardavano l’organizzazione stessa del lavoro. Un progetto, dunque, che rappresenta una scelta strategica di sviluppo per l’intero sistema economico e sociale, un’iniziativa capace di innalzare il livello dei servizi, incidendo, di riflesso, sulla competitività delle imprese e sulla qualità di vita dei cittadini, rendendo accessibili prestazioni più ampie e standard qualitativi almeno pari a quelli dei principali competitors. Sottolineo anche che questo non sarà il solo intervento della Camera a favore dell’infrastrutturazione digitale: in futuro altre aree in cui c’è un divario digitale penalizzante, potranno avere disponibili tecnologie innovative che permettano progetti di crescita competitiva.”

“Sottolineo il fatto- dice Claudio Samorì, Sindaco di Modigliana – che, nel momento in cui esplode la crisi, questo progetto rappresenta un elemento di speranza, sia per il presente che vede riuniti in una proficua collaborazione “attori” diversi, sia per le prospettive che si potranno aprire in futuro”. Claudio Pasini, Amministratore Delegato Uniontrasporti, esprime la sua soddisfazione per il percorso compiuto con la Camere di Commercio, in particolare ribadisce il ruolo di Uniontrasporti che” è stato, per così dire, quello di “suggeritore e facilitatore”. Suggeritore perché proprio Uniontrasporti ha indicato come prioritario il problema della infrastrutturazione digitale, e Facilitatore perché  ha messo in relazione i diversi soggetti interessati proponendo soluzioni idonee  alla risoluzione del problema”.

Infine i rappresentanti delle imprese modiglianesi, Paolo Liverani per Alpi e Matteo Poggi per Aurel, hanno dichiarato il proprio compiacimento perché si è ottenuto un risultato, dopo che altri tentativi erano falliti, tale da consentire progetti di crescita; soddisfazione soprattutto perché questo è considerato un “investimento strategico per il futuro, testimone della volontà delle aziende di andare avanti nel territorio, per il territorio.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento