menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Bertinoro nasce il caveau del vino: Riserva storica dei Sangiovesi

L'11 dicembre, a Bertinoro, le porte di un caveau molto speciale si aprono per accogliere una delle più genuine ricchezze del territorio romagnolo: il vino. Si tratta della Riserva Storica dei Sangiovesi di Romagna

L’11 dicembre, a Bertinoro, le porte di un caveau molto speciale si aprono per accogliere una delle più genuine ricchezze del territorio romagnolo: il vino. Si tratta della Riserva Storica dei Sangiovesi di Romagna, progetto voluto dal Consorzio Vini di Bertinoro e sostenuto sin dall’inizio dal Comune, che ha messo a disposizione una sala ricavata nei nuovi locali destinati alla promozione del territorio, in Piazza della Libertà 10. L’intento è quello di costruire e custodire la memoria del più importante tra i vini romagnoli attraverso una selezione di bottiglie rappresentative dei diversi terroir, dall’imolese al riminese.

Qui si potranno confrontare annate diverse e vini di zone diverse giungendo infine a scoprire gli elementi comuni che fanno l’identità del Sangiovese di Romagna. La sala a temperatura controllata della Riserva diventerà una tappa fondamentale per giornalisti, professionisti del vino ed esperti che vogliano approfondire la conoscenza del territorio romagnolo e delle migliori espressioni del suo Sangiovese. La selezione dei vini che entreranno a far parte della Riserva Storica è curata da Giorgio Melandri, giornalista ed esperto degustatore. “Questo progetto nasce dall'esigenza di raccontare il territorio attraverso la storia delle sue bottiglie, sapendo che solo promuovendo l’intera Romagna le singole zone possono emergere con le loro specificità. - dichiara Melandri - I produttori di Bertinoro hanno tradotto queste idee in un’azione concreta che abbraccia tutta la terra del Passatore: per questo sono lieto di consigliarli nella selezione di grandi vini con alto potenziale di invecchiamento e capaci di rispecchiare il territorio romagnolo.”


Alle 16.00 oltre 30 aziende delle quattro province romagnole consegneranno il vino dell’annata in commercio e delle precedenti, che con un passa mano troverà poi il proprio posto all’interno della Riserva. “Con questo gesto tutta la Romagna si stringe intorno al suo vino mostrando simbolicamente quanti passaggi e quanti fattori si combinano per creare un’identità assolutamente unica e riconoscibile, quella del nostro Sangiovese - commenta l’assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Bertinoro Mirko Capuano - E poiché l’identità è una costruzione che continua nel tempo, l’inaugurazione della Riserva Storica dei Sangiovesi di Romagna è il primo passo di un cammino che crescerà di valore di vendemmia in vendemmia con la messa a dimora delle nuove annate nella Riserva.” Proprio per celebrare l’importanza del conferimento annuale per la memoria storica del Sangiovese di Romagna questo momento diventerà un’occasione annuale di festa attorno al rosso principe delle tavole romagnole.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento