menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cna pensionati, al via serie di incontri in vista dell’Assemblea congressuale

Al fine di dare massimo contenuto e concretezza al tema cruciale, Cna Pensionati ha organizzato quattro incontri territoriali per ascoltare, discutere e confrontarsi con i suoi soci pensionati

Al fine di dare massimo contenuto e concretezza al tema cruciale, Cna Pensionati ha organizzato quattro incontri territoriali per ascoltare, discutere e confrontarsi con i suoi soci pensionati. I pensionati in gran parte faticano ad arrivare a fine mese, nonostante abbiano lavorato tutta una vita, e ancora debbono fare i conti con una  famiglia al limite della povertà, soprattutto se composta da giovani disoccupati e precari.

"Sono proprio i più anziani - afferma Paola Fava, Segretario CNA Pensionati - a dover sopportare da qualche anno carichi insostenibili. Ricordiamo che in Italia sono oltre il 50% le pensioni sotto i mille euro. Dei 250.000 pensionati soci CNA a livello nazionale, circa 155.000 sono sotto questa soglia e, tra questi, 73.000 hanno pensioni uguali o inferiori a 480 euro. Diventa, quindi, più che urgente intervenire con misure realmente orientate all’equità e alla giustizia sociale".

"Misure che prevedano una salvaguardia del potere di acquisto delle pensioni. Sull’IMU applicata sulla prima casa bisogna sicuramente distinguere tra i possessori della sola casa di abitazione e i multiproprietari, legando l’imposta agli altri redditi posseduti ed escludendo i pensionati a basso reddito,  o non autosufficienti o ricoverati in case di riposo - chiosa Fava -. E’ nelle cose che le misure saranno tanto più possibili solo se vi sarà massimo e vero impegno per portare ad emersione almeno l’80% delle imposte e tasse evase o eluse. Qualcosa pari a circa 160 miliardi di euro".

"Risorse indispensabili per sostenere un sistema di Welfare che dev’essere condizione di uno sviluppo coeso,  e per mantenere la sanità pubblica quale diritto universalistico - aggiunge il segretario Cna Pensionati -. Ci preoccupano i tagli della spending review quando si concentrano sui servizi sanitari. Il sistema sanitario va riorganizzato eliminando sprechi ma anche attuando una profonda innovazione per assicurare il diritto alla salute e dare vero sostegno alle famiglie che assistono in casa persone non autosufficienti. Un Welfare forte è condizione per un invecchiamento in salute e di qualità".

Per quanto riguarda il territorio forlivese, il primo incontro, sotto la presidenza di Vito Vernocchi Vicepresidente, è in programma a Forlì, presso la sede della Cna Provinciale, Via Pelacano, 29 - sabato prossimo,  con inizio alle ore 9,00. Seguirà nella sede Cna di Forlimpopoli, un incontro lunedì alle 14.30 presieduto dal vicepresidente Germano Capacci In tutti  gli incontri i lavori saranno aperti da Paola Fava, e interverrà anche l'avvocato Francesco Greco, Unione Nazionale Consumatori, per informazioni e suggerimenti utili sulla gestione corretta nel rapporto con le banche, nella gestione del bilancio familiare. Gli incontri termineranno con l’elezione dei delegati al Congresso provinciale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento