Sabato, 20 Luglio 2024
Nautica

Ferretti scommette sui giovani: con la "Scuola dei Mestieri" assunzioni con un contratto da dipendente

Ogni allievo ha ricevuto un attestato di partecipazione dall’azienda, un certificato dalla Regione Emilia-Romagna e una preziosa bitta customizzata Scuola dei Mestieri

Il settore nautico è in forte espansione e cresce la richiesta di professionalità che sappiano coniugare la preparazione tecnica con il saper fare.  Va in questa direzione la Scuola dei Mestieri, il progetto di Ferretti Group dedicato ai ragazzi tra i 18 e 25 anni, che si è concluso martedì scorso e ha lo scopo di formare una nuova generazione di operai specializzati. Più che un semplice tirocinio extracurriculare per l’orientamento lavorativo, la Scuola dei Mestieri è infatti un progetto ponte tra il mondo della scuola e quello del lavoro che vuole riscoprire e valorizzare professioni sempre più dimenticate ma sempre più nobili come quelle legate al saper fare.

L’obiettivo di questo progetto è porre le basi per un percorso professionalizzante che combina teoria ed esperienza in cantiere – attraverso un itinerario formativo che passa dall'aula al laboratorio, fino alla pratica all'interno dei reparti produttivi – volto a costruire concrete prospettive di carriera e di crescita. Dalla teoria ai fatti: dal 12 giugno gli studenti meritevoli saranno assunti con un contratto di lavoro dipendente. La prima edizione del corso, dedicata alla formazione di falegnami nautici, si è sviluppata su 500 ore totali da marzo a giugno inizialmente al Centro di Formazione Professionale “Don Bosco”, un’importante istituzione radicata nel cuore della città, per concludersi con la formazione pratica all’interno dell’azienda.

Nella logica di Ferretti Group, infatti, la Scuola dei Mestieri è un incubatore di giovani risorse pronte a sviluppare competenze e capacità uniche e avanzate, muovendosi all’interno di strutture di eccellenza come i cantieri del Gruppo. Dopo la prima tappa di Forlì, Ferretti Group porterà La Scuola dei Mestieri anche a Sarnico e Mondolfo, per includere altri giovani ragazzi in questo nuovo percorso. Alla cerimonia di chiusura, oltre agli allievi del corso e ai professori, hanno partecipato per Ferretti Group l'ingegner  Matteo Cecada, Chief Technical & Operations Officer, Andrea Brasini, Chief Hr & Organization Officer, assieme a Francesco Crispino, Risorse Umane, l’ingegner Stefano Amici, Plant Director di Forlì, e Alberto Vanicelli, capo cantiere.

Presenti anche i maestri Giuliano Guidi ex capo cantiere, Loris Zanchini ex capo linea, e Luca Carugati e Luca Baroni, in rappresentanza di Enaip Forlì-Cesena, Giuseppe Tartaglia e il docente di Falegnameria Massimo Boschi. “E’ stata un’esperienza molto positiva grazie alla quale mi sono messo alla prova, acquisendo competenze in un ambiente molto stimolante che mi ha dato la possibilità di credere in me stesso", le parole degli allievi. Ogni allievo ha ricevuto un attestato di partecipazione dall’azienda, un certificato dalla Regione Emilia-Romagna e una preziosa bitta customizzata Scuola dei Mestieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferretti scommette sui giovani: con la "Scuola dei Mestieri" assunzioni con un contratto da dipendente
ForlìToday è in caricamento