menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Imprese, l'appello di Confcommercio ai sindaci: "Ridurre urgentemente la tassa sui rifiuti"

E' l'appello del direttore di Confcommercio, Alberto Zattini, che ha inviato una lettera ai tutti i sindaci del comprensorio Forlivese

"Ridurre urgentemente la tassa sui rifiuti. Sarebbe per le imprese un segnale concreto di straordinaria attenzione nei loro confronti". E' l'appello del direttore di Confcommercio, Alberto Zattini, che ha inviato una lettera ai tutti i sindaci del comprensorio Forlivese. "La situazione generata dalla diffusione del Covid-19, mentre da un lato ha generato nella popolazione forlivese preoccupazioni legate alla “salute”, dall’altra parte gli effetti sull’economia si stanno dimostrando devastanti - è la premessa -. E’ ormai di dominio pubblico e conclamata la crisi che ha colpito ogni comparto dell’economia e i dati che riguardano i settori del commercio, del turismo e dei servizi sono catastrofici".

A titolo esemplificativo Zattini ricorda che "alcune strutture ricettive del territorio hanno già sospeso l’attività e stanno in queste ore decidendo del futuro di tanti lavoratori coinvolti". Inoltre, "i pubblici esercizi, nello specifico bar-ristoranti e pizzerie, stanno registrando flessioni importanti in termini di ricavi, con punte anche del 70 e specialmente il settore della ristorazione sta registrando quotidianamente disdette o “sale” semi vuote o vuote. Ttutto il comparto alimentare registra una sostanziale tenuta per i beni di prima necessità mentre i dati che riguardano i beni voluttuari registrano flessioni percentuali del 20-30%".

Inoltre "tutto il settore extralimentare che va dall’abbigliamento all’oggettistica vive una situazione di crollo di ricavi che alcune volte raggiunge punte dell’80-90%. In uno scenario come questo dobbiamo preoccuparci di garantire a favore delle imprese interventi immediati che riducano la pressione fiscale a loro carico partendo da alcune soluzioni che possano essere adottate di concerto con le amministrazioni locali. Più precisamente riteniamo sia opportuno ed equo ragionare di una “riduzione” dell’imposta dovuta per lo smaltimento della nettezza urbana".

"Si potrebbe pensare ad riduzione determinando l’importo annualmente dovuto non sulla base di dodici mesi ma sulla base  dei mesi di normale attività,  escludendo pertanto  dal conteggio questo periodo “economicamente anormale” - conclude Zattini -. Confidiamo che questa nostra proposta possa essere condivisa dai soggetti che hanno il potere decisionale e che si possa attuare già dai prossimi mesi lo sgravio richiesto. Sarebbe per le imprese un segnale concreto di straordinaria attenzione nei loro confronti".   
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento