menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rinnovamento e radicamento territoriale: la ricetta di Cna

È stata rinnovata per metà la presidenza di Cna Colline forlivesi, eletta in occasione dell'Assemblea elettiva che si è tenuta lunedì. L'Assemblea, intitolata "Il nostro futuro: la nostra responsabilità"

È stata rinnovata per metà la presidenza di CNA Colline forlivesi, eletta in occasione dell’Assemblea elettiva che si è tenuta lunedì scorso. L’Assemblea, intitolata “Il nostro futuro: la nostra responsabilità”, si è tenuta contemporaneamente in tre sedi diverse: a Forlimpopoli, Castrocaro e Modigliana. Una scelta che simboleggia concretamente il radicamento capillare dell’Associazione nel territorio. La nuova presidenza eletta rappresenta nella sua composizione un territorio che comprende le vallate del Bidente, del Montone, del Rabbi e del Tramazzo.

Ecco tutti i nomi: Mirco Antaridi, Villiam Antonelli, Maurizio Castellucci, Chiara Cesarini, Fabrizio Fabbri, Franco Gentilini, Andrea Maffucci, Morena Palli, Roberto Rambaldi, Alberto Roccalbegni, Stefano Sansavini, Andrea Schiumarini, Mauro Turchi. Una presidenza all’insegna del rinnovamento, considerato che su 13 componenti 6 sono nuovi. Affollate tutte le sale e ben 130 gli imprenditori votanti complessivamente.

Quella del 22 aprile è stata la prima assemblea per l’area territoriale CNA Colline forlivesi, nata nel gennaio 2012 col nuovo modello organizzativo di cui si è dotata CNA Forlì-Cesena. Notevoli i numeri dell’area, che conta 2.600 imprenditori associati, di cui oltre 700 giovani, 650 donne e 80 stranieri. E poi i servizi: 800 contabilità, 3000 dichiarazioni dei redditi e 1.800 cedolini elaborati mensilmente. Ma anche 950 pensionati associati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento