menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crisi gruppo Icot, i sindacati: "Il pagamento degli stipendi arretrati non è arrivato"

Moreno Cimatti e Enrico Imolesi, per le segreterie di Fiom e Uilm di Forlì, intervengono sulla questione Icot

"La situazione è diventata insostenibile". Moreno Cimatti e Enrico Imolesi, per le segreterie di Fiom e Uilm di Forlì, intervengono sulla questione Icot. "Le lavoratrici ed i lavoratori del Gruppo Icot spa, azienda Forlivese che occupava oltre 240 dipendenti (attualmente 160) suddivisi nei cantieri di Forlì, Pesaro e Roma, sono ancora senza retribuzioni e la situazione è diventata insostenibile, considerato che è dal mese di gennaio che non percepiscono lo stipendio - affermano Cimatti e Imolesi -. Arrivati a ridosso dei 5 mesi di ritardo e non sapendo più come andare avanti, diversi Lavoratori si sono visti costretti a dimettersi per giusta causa in modo che, andando in disoccupazione, potranno percepire sicuramente 700 euro e così pagare le rate del mutuo o l'affitto, attenuando una situazione di grande disagio".

"Vogliamo ricordare che l'intesa raggiunta a febbraio davanti al Prefetto e alle Istituzioni Locali, ha consentito lo sblocco del pagamento da parte degli istituti bancari delle retribuzioni di novembre, dicembre e la 13esima mensilità 2015 - continuano i sindacalisti -. I lavoratori sono stanchi dei continui rinvii, dell'assenza di certezze per il loro futuro e vogliono le retribuzioni per cui hanno lavorato, non sono più disposti ad aspettare e continuare a finanziare l'azienda. Chiedono chiarezza anche da parte di Telecom, principale cliente dell'azienda sul mantenimento dei contratti d'appalto". Lunedì i lavoratori hanno svolto le assemblee in sciopero e hanno deciso di proclamare sciopero ad oltranza finché non saranno pagate le retribuzioni.

"Si è inoltre deciso di fare un presidio davanti alla direzione Icot in via N. Copernico nella giornata di mercoledì - proseguono Cimatti e Imolesi -. In una situazione analoga si trovano i 6 lavoratori della Item, azienda occupata nel subappalto del Gruppo Icot spa e nella medesima situazione per quanto riguarda gli stipendi arretrati. Anche per loro, in assenza di risposte concrete, scatta da oggi lo sciopero fino al pagamento degli stipendi. Fiom, Uilm nazionali e territoriali unitamente ai Lavoratori chiedono l'intervento attivo del Ministero dello Sviluppo Economico affinché convochi un tavolo di discussione con Telecom a  tutela dei posti di lavoro".     
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento