rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Politica

Alluvione, la Lega Nord: "Ci saranno solo promesse, poi nient'altro"

"Come in tutte le occasioni, dovranno essere gli emiliani e i romagnoli a rimboccarsi le maniche per l'ennesima volta, mentre le istituzioni, a partire dal governo Renzi e dalla giunta Bonaccini, rimarranno inerti, solo a profferire promesse".

"Come in tutte le occasioni, dovranno essere gli emiliani e i romagnoli a rimboccarsi le maniche per l'ennesima volta, mentre le istituzioni, a partire dal governo Renzi e dalla giunta Bonaccini, rimarranno inerti, solo a profferire promesse". I consiglieri regionali della Lega Nord, i forlivesi Massimiliano Pompignoli e Jacopo Morrone, non si fidano degli impegni presi dalle istituzioni dopo il maltempo dei giorni scorsi. A partire dai cinque milioni di euro stanziati per le emergenze. "Come saranno suddivisi, a chi saranno destinati? Il timore e' che se ne perda traccia", sottolineano.
 

Si e' di fronte, ragionano gli esponenti del Carroccio, a un "problema strutturale, di un territorio sfruttato nel corso dei decenni, senza che ci sia stata un'adeguata gestione del sistema idrogeologico e una attenta manutenzione. Intanto "da decenni la Regione si autocelebra per primati che non trovano riscontri nella realta' e per essere particolarmente attenta alla gestione del territorio, pur essendo vero il contrario". Le responsabilita', proseguono, sono anche degli "enti che avrebbero il compito di garantire il presidio idrogeologico del territorio e lo fanno poco e male". Serve "un'inversione di tendenza" e "chiarezza nella destinazione delle risorse". La Regione deve assumersi "tutte le responsabilita' del caso, esplicitando tempi e modi del ritorno alla normalita'". E chi ha sbagliato "finalmente paghi". (Agenzia Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, la Lega Nord: "Ci saranno solo promesse, poi nient'altro"

ForlìToday è in caricamento