rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Alluvione, la politica

Alluvione, la Lega: "Su 459 milioni dal governo la Regione ne sono stati richiesti solo 180"

La Regione: "Chiesto al commissario di rivedere il saldo al 30% e non più al 60% perché spesso i cantieri sono terminati ma la rendicontazione finanziaria è in arretrato"

"La Regione dica se è vero che sullo stanziamento complessivo di euro 495.976.022,77 messi a disposizione dal governo per le somme urgenze, siano stati richiesti soltanto poco più di 180 milioni di euro da parte delle pubbliche amministrazioni interessate". Lo chiede la Lega al question time, in un'interrogazione nella quale vuole anche sapere "quali siano le ragioni per le quali oltre la metà dello stanziamento ad oggi non risulti utilizzato".

"Dopo la ricognizione del commissario straordinario, nel settembre 2023 un'ordinanza ha finanziato 2.525 interventi di somma urgenza segnalati da Emilia-Romagna e Marche - viene illustrato -. I fondi venivano dati a chi attuava i lavori e venivano divisi in due fasi: acconto del 40% del finanziamento e saldo fino al 60% del finanziamento a presentazione della rendicontazione finale delle spese sostenute". Il Carroccio ricorda, poi, "che una successiva ordinanza del gennaio 2024 ha stanziato altri 83 milioni per 533 interventi segnalati dalla Regione".

La giunta ha risposto che "la competenza del monitoraggio del controllo è del commissario. E' vero che c'è uno stanziamento di 485 milioni di euro e che, rispetto alla cifra erogata, rappresenta il 37% delle risorse stanziate". Le due ordinanze, ha ricordato la Regione, prevedono un meccanismo di erogazione in 2 fasi: 40% di acconto e il saldo del 60%. La concentrazione a saldo, però, "dà un disallineamento tra l'avanzamento dei cantieri e la rendicontazione finanziaria. Quest'ultima si deve riconciliare con le strutture contabili degli Enti locali. Per avere il saldo si devono mostrare i risarcimenti assicurativi proposti. A questo si aggiungono poi i tempi tecnici per i collaudi delle opere. Ma tutto questo spesso non è allineato con la chiusura dei cantieri. La giunta sta chiedendo al commissario di rivedere il saldo del 60%, per prevedere una diversa redistribuzione delle cifre nello stato di avanzamento. Magari si potrebbe pensare non al 60%, ma a un altro 30% da dare alle imprese. La Regione ha già avuto un anticipo di 38 milioni per le somme urgenze".

La Lega ha risposto che il 90% dei cantieri risulta concluso. Questo significa che la "narrazione del Pd sull'alluvione è sbagliata. Fino a oggi la Regione ha detto, per mesi, che non c'erano soldi. Ma la sua risposta di oggi è che i soldi ci sono e si stanno spendendo, finanziando i cantieri. Ringraziamo la giunta per aver detto la verità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, la Lega: "Su 459 milioni dal governo la Regione ne sono stati richiesti solo 180"

ForlìToday è in caricamento