rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Politica

Alluvione, Rinnoviamo: "L'amministrazione comunale non risponde alle nostre domande"

"Per quanto riguarda la ricostruzione, il Candidato Sindaco Graziano Rinaldini ha accolto la nostra proposta di istituire l’Assessorato alla Ricostruzione, per sovraintendere una task force di tecnici nominati dal Comune di Forlì"

"Forlì Cambia non risponde alle domande sull’alluvione? Un silenzio assordante. La lista civica Rinnoviamo Forlì prende atto dell’ennesimo rifiuto dell’attuale amministrazione e della sua lista di rispondere alle domande su come intendano gestire e prevenire futuri eventi alluvionali. Questo silenzio è assordante: ancora una volta i cittadini forlivesi sono lasciati soli. Rinnoviamo Forlì ha scelto invece di rispondere, e mostrare le sue proposte per la prevenzione e per la ricostruzione”, è quanto afferma in una nota Michele Fiumi, portavoce della lista civica.

Continua Fiumi: "L’alluvione del maggio 2023 ha devastato il nostro territorio cambiandone l’aspetto e la geografia, ha distrutto le nostre abitazioni e portato via i ricordi di una vita, ha messo in ginocchio imprese e famiglie. La futura amministrazione sarà chiamata a superare le disfunzioni e le carenze dimostrate finora nella gestione dell’emergenza. I cittadini forlivesi si sono sentiti abbandonati sia durante l’emergenza e che dopo. Evacuazione disorganizzata, soccorsi poco coordinati e lenti, censimento delle persone e famiglie evacuate inesistente, scarse informazioni sui sostegni e sullo stato dei lavori di ripristino sono state sotto gli occhi di tutti. Per quanto riguarda la prevenzione, serve un nuovo piano per la gestione delle emergenze, in coordinamento con tutte le società partecipate del Comune e in collaborazione con la Protezione Civile".

"Il Piano di Protezione Civile approvato da quest'Amministrazione si è dimostrato inadeguato a partire dalla individuazione delle aree a rischio idrogeologico e va aggiornato al più presto - prosegue Michele Fiumi - servono più risorse umane e finanziarie, oltre allo sviluppo di collaborazioni sinergiche con l’associazionismo e i volontari. Per la Protezione Civile, occorre anche formare nuovo personale volontario e potenziare l’organico di servizio in caso di emergenza. Prevenire significa anche essere attenti a uno sviluppo responsabile della città, è quanto più urgente l’approvazione del Piano Urbanistico Generale, che sia integrato con la Strategia per la Qualità Urbana ed Ecologico Ambientale. Urge la creazione di un tavolo tecnico assieme a tutti gli enti e le agenzie con competenze in ambito idrogeologico per studiare soluzioni integrate di difesa del territorio tra, Comune, Regione, Autorità di bacino, Agenzia per la sicurezza, Consorzio di Bonifica".

"Per quanto riguarda la ricostruzione, il Candidato Sindaco Graziano Rinaldini ha accolto la nostra proposta di istituire l’Assessorato alla Ricostruzione, per sovraintendere una task force di tecnici nominati dal Comune di Forlì che collabori con Stato e Regione sui futuri progetti di messa in sicurezza idrogeologica del territorio e sui lavori di ripristino delle zone alluvionate. L’Assessorato sarà chiamato a coordinare i lavori pubblici di messa in sicurezza, guidare la realizzazione dei nuovi piani di protezione civile ed emergenza e coordinare assieme all’Assessore all’Urbanistica la realizzazione del nuovo PUG per fare in modo che le istanze di sicurezza degli alluvionati abbiano il giusto ascolto e considerazione".

“E’ quanto più necessario istituire un Ufficio Comunale di assistenza agli alluvionati, ove possano trovare informazioni utili su come compilare le pratiche edilizie relative alla ricostruzione ed ai ristori, su come utilizzare il sistema Sfinge, assieme ai militari del Commissario Figliuolo, per evitare di vedere rigettate le domande, l’estrema beffa di un sistema che non funziona. In ultimo, è necessario creare canali di comunicazione efficienti, con più incontri coi cittadini dei quartieri alluvionati, per mantenerli aggiornati sullo stato di avanzamento degli interventi comunali, regionali e nazionali relativi agli eventi di maggio 2023. Noi vogliamo ascoltare i cittadini e dare loro la risposta che attendono dal 16 maggio 2023. Perché ad un anno da quell’infausto evento, possiamo sentire il rumore della pioggia e non provare più timore per il futuro. Queste sono le proposte che abbiamo inserito in programma e che presenteremo anche alla passeggiata ai romiti e cava sull'argine del montone organizzata dal nostro candidato sindaco Graziano Rinaldini domani, martedì 16 Aprile, con ritrovo alle ore 18:00 presso i Giardini di Via Martiri delle Foibe, per incontrare le persone colpite dall’alluvione", conclude la nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, Rinnoviamo: "L'amministrazione comunale non risponde alle nostre domande"

ForlìToday è in caricamento