Politica

Ausl Unica, il presidente della Provincia Bulbi: "Preoccupante che 'volino gli stracci'"

Osserva Bulbi: "Sembra che, fra Forlì e Cesena, stiano volando nuovamente gli stracci sul tema della sanità - aggiunte l'amministratore provinciale -. Spero vivamente che la frattura, ove ci fosse, possa essere ricomposta

Sale la tensione sul vvaro della nuova Ausl Unica di Romagna. Il presidente della Provincia, Massimo Bulbi, si dice "profondamente preoccupato. L'eccellenza sanitaria del nostro territorio si deve, infatti, oltre alla professionalità di medici e personale sanitario, anche alle politiche di area vasta messe in campo da anni. La discussione sulla definizione della nuova struttura organizzativa dell'azienda sanitaria, che sembra voler far prevalere logiche di campanile, rischia perciò d'indebolire un così importante progetto".

"Alcuni mesi fa, esprimendo la mia preoccupazione per il fatto che i nostri due comprensori stavano sempre più differenziandosi e prendendo strade opposte nelle scelte stragegiche, fui rassicurato che, al contrario, vigeva la massima concordia d'intenti e la capacità di lavorare sinergicamente - chiosa Bulbi -. Ne avemmo 'eloquente prova' con l'accordo che portò all'incomprensibile cessione dei vertici di Romagna Acque – Società delle Fonti, alle altre province".

"Ora, a dar retta a certe ricostruzione giornalistiche, sembra che, fra Forlì e Cesena, stiano volando nuovamente gli stracci sul tema della sanità - aggiunte l'amministratore provinciale -. Spero vivamente che la frattura, ove ci fosse, possa essere ricomposta, grazie al buon senso ed all'intelligenza degli interlocutori; resta viva, però, la preoccupazione per quello che accadrà nel prossimo futuro su tutti gli altri temi strategici quando, venute meno le Province, non ci sarà più un ente capace di svolgere efficamente un ruolo di governance complessiva del territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ausl Unica, il presidente della Provincia Bulbi: "Preoccupante che 'volino gli stracci'"

ForlìToday è in caricamento