Politica

Balzani non si ricandida: "Torno ad insegnare, ma continuo la mia battaglia politica"

Balzani spiega come ha 'partorito' la decisione di non ricandidarsi, che sicuramente era nell'aria negli ultimi giorni, soprattutto dopo la vicenda della lettera anonima

Balzani all'inaugurazione di palazzo Romagnoli

“Non lo sapeva nessuno, solo mia moglie”. Così Balzani spiega come ha 'partorito' la decisione di non ricandidarsi, che sicuramente era nell'aria negli ultimi giorni, soprattutto dopo la vicenda della lettera anonima ricevuta, che lo accusa di un legame d’interesse col da direttrice generale dell'Ausl, Giulietta Capocasa, collegato a presunti vantaggi avuti da una casa di cura cittadina, di cui il sindaco è socio di estrema minoranza. Ovviamente lui smentisce.

E sottolinea: “una mia ricandidature innescherebbe uno scontro continuo con l'entourage di Errani in campagna elettorale”. E poi lancia la frecciata: “La Regione si deve rendere conto quando silura uno dei suoi cavalli di razza”

Quando è maturata questa decisione, qual è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso, la lettera anonima?
E' una decisione dell'ultima settimana,, la lettera è stato un modo per bloccare una persona scomoda

E una volta scaduto il mandato, tornerà al suo precedente impiego?
Tornerò a fare il professore universitario, tornerò ad occuparmi di beni culturali, ma non abbandonerò la battaglia politica. Tra Università e politica scelgo comunque la politica

Quindi una sua candidatura alla segreteria regionale del partito sarebbe possibile?
Assolutamente no, escludo totalmente questa possibilità

Ma serve un nuovo candidato per le prossime amministrative che possa portare avanti i suoi ideali, lo trova fattibile?
Lo scopo era quello di farmi entrare nel buco di una campagna elettorale per poi massacrarmi, tropo difficile per spendermi personalmente. Forlì deve decidere se essere la capitale dell'impero o la piccola città della rivoluzione del rinnovamento. Se così sarà io porterò avanti la battaglia per tutta la campagna elettorale. Credo che il partito a livello locale possa farcela. Io voglio combattere, ma ci deve essere una reazione collettiva

Nessuno sapeva di questa sua decisione, come mai? In tanti le avevano chiesto di ricandidarsi, come reagiranno?
Lo sapeva solo mia moglie. Mi sono assunto la completa responsabilità di questa decisione, che sarebbe stato un segreto troppo grosso, per chiedere a qualcuno di mantenerlo. Parlerò con il gruppo del Pd e con la mia giunta, ma chi mi conosce sa come sono fatto e qual'è il mio modo di fare politica

E dalla regione, quali pensa siano le reazioni? Spera in un cambiamento con le nuove elezioni regionali?
La regione Emilia-Romagna si deve rendere conto quando silura uno dei suoi cavalli di razza, anzi, quando cerca di azzopparlo. Spero che questi siano gli ultimi colpi

Quindi lei darà il suo sostegno politico ad un candidato per le amministrative. Cosa si può fare per cambiare la situazione in Regione?
Il prossimo sindaco ha molte chance di riuscirci, con un programma che potrebbe anticipare quello della Regione per il 2015

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Balzani non si ricandida: "Torno ad insegnare, ma continuo la mia battaglia politica"

ForlìToday è in caricamento