menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bartolini (PdL): "Chi ha competenza sui cani aggressivi?"

Dopo l’episodio della bimba morsa da un cane a Forlì e le successive dichiarazioni dell’assessore comunale all’ambiente in merito ai provvedimenti sul caso, Luca Bartolini (Pdl) ha rivolto un’interrogazione in Regione

Dopo l’episodio della bimba recentemente morsa da un cane a Forlì e le successive dichiarazioni dell’assessore comunale all’ambiente e al benessere animale in merito ai provvedimenti sul caso, Luca Bartolini (Pdl) ha rivolto un’interrogazione alla Giunta regionale per chiarimenti sulle competenze e interventi da assumere in situazioni di rischio provocato da animali con aggressività non controllata.

Bartolini domanda se la valutazione dei cani con aggressività non controllata sia materia sanitaria, e nello specifico di competenza del medico veterinario, o se invece possano intervenire altre competenze, emettendo diagnosi prognosi e terapie. “A fronte di episodi di aggressività con richiesta dai competenti servizi veterinari di emissione di provvedimenti in linea con le indicazioni regionali (Dgr 647/2007) – chiede ancora il consigliere – i Comuni possono non adottare l’atto richiesto e assumere misure ‘non coercitive’ e diverse da quelle stabilite nella delibera regionale?”

In particolare, Bartolini vuole poi sapere dalla Giunta regionale se non ritenga che possano ingenerare "confusione" fra le funzioni pubbliche coinvolte (quella tecnica e quella amministrativa), nonché un "aumento dei rischi per la popolazione", le affermazioni riferite all’assessore comunale all’ambiente secondo cui - segnala il consigliere – “l’Ausl propone, ma il Comune può anche disporre diversamente”.

L’esponente del Pdl chiede anche quali provvedimenti alternativi, ‘non coercitivi’ siano stati adottati dall’amministrazione di Forlì in alternativa a quelli proposti dal competente servizio veterinario dell’Ausl e quali siano stati i risultati per quanto concerne il recupero comportamentale dell’animale in questione.

Infine Bartolini domanda alla Giunta regionale se “non si ritenga che fare una valutazione dell’aggressività di un cane morsicatore solamente sentendo il suo proprietario non sia oltre che semplicistica anche irrazionale in quanto la qualifica di proprietario non dà anche quella di esperto di comportamento del cane”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento