rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Politica

Caserma De Gennaro, Di Maio tranquillizza: "Non ci sono piani di dismissione"

Pochi giorni fa il consigliere regionale della Lega Nord, Massimiliano Pompignoli, ha presentato un'interrogazione nella quale chiedeva chiarimenti al presidente Stefano Bonaccini sul presunto "trasferimento coatto degli 800 militari ad Ascoli Piceno"

La storica caserma "De Gennaro" di Forlì, dove è di stanza il 66° reggimento fanteria aeromobile 'Trieste', non chiuderà. Lo garantisce il parlamentare forlivese Marco Di Maio, che ha "raccolto personalmente informazioni al ministero della Difesa e con altre istituzioni". "Posso dichiarare con ragionevole tranquillità che non ci sono piani di dismissione e tantomeno cessione della caserma", tranquilizza il giovane deputato.

Precisa Di Maio: "Non esistono, al momento ipotesi o piani o progetti per un suo impiego a finalità di ospitalità di migranti o diversi utilizzi da quelli attuali; la Caserma è pienamente occupata ed impiegata da un Reparto Operativo dell’Esercito Italiano. Ogni allarme lanciato in questi giorni è dunque destituito di fondamento". Pochi giorni fa il consigliere regionale della Lega Nord, Massimiliano Pompignoli, ha presentato un'interrogazione nella quale chiedeva chiarimenti al presidente Stefano Bonaccini sul presunto "trasferimento coatto degli 800 militari ad Ascoli Piceno", chiedendo “chiarimenti sull’operazione che starebbe portando avanti il ministero della Difesa”.

LA LEGA REPLICA - Sulla questione ha replicato il segretario della Lega Nord Romagna, Jacopo Morrone: "Se avessimo dato retta alle parole di Di Maio e alle sue lungimiranti rassicurazioni sull’imminente riapertura dello scalo aeroportuale forlivese, a quest’ora il Ridolfi sarebbe un crocevia di voli internazionali. Peccato che non sia così e che il futuro in serbo per l’aeroporto forlivese Luigi Ridolfi sia tutt'altro che roseo. Ma questa è un’altra storia. Di certo, con questi presupposti, le dichiarazioni rese dal parlamentare Di Maio, non ci tranquillizzano affatto. Tutt'altro. Anche perché non si capisce bene quali siano le “fonti” rassicuranti di cui parla Di Maio e quali i presupposti che lo inducono a sbandierare elementi di “ragionevole tranquillità”. Il che, comunque, è tutto un dire".

Prosegue l'esponente del Carroccio: "Il fatto che la caserma De Gennaro sia “al momento” occupata e pienamente operativa non è una novità. Così come non lo è il fatto che - sempre “al momento” -  non vi alloggino immigrati clandestini. Quello di cui si discute è il suo futuro e il suo smantellamento, e l’ipotesi che la struttura, come già capitato in Comuni limitrofi come Lugo, venga impropriamente utilizzata per accogliere decine di extracomunitari". "In ogni caso - conclude Morrone - colgo l’occasione per rispedire al mittente le rassicurazioni di Di Maio e anticipo che la Lega Nord Romagna, grazie all'impegno in prima persona di Gianluca Pini, depositerà un’interrogazione parlamentare per chiedere chiarimenti al Ministro della Difesa Pinotti e alzare il sipario su questa drammatica vicenda che rischia di privare la nostra città di un presidio militare importantissimo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caserma De Gennaro, Di Maio tranquillizza: "Non ci sono piani di dismissione"

ForlìToday è in caricamento