rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Politica

"Ci preoccupano gli effetti della direttiva Ue sulle case green", incontro tra Buonguerrieri (Fdi) e Confedilizia

"Oggi l'ultima minaccia arriva da Bruxelles con la cosiddetta direttiva Ue sulle case green, una direttiva che, così come impostata, ha effetti sproporzionati per il nostro Paese", sottolinea la deputata

Alice Buonguerrieri, deputato di Fratelli d'Italia, nei giorni scorsi ha incontrato Confedilizia Forlì-Cesena. Nel faccia a faccia con il presidente Carlo Caselli tanti i temi toccati inerenti il mondo casa.

“La casa è il bene rifugio principale degli Italiani, acquistata con grandi sacrifici: casa è famiglia, casa è sicurezza, casa è investimento. Ecco perché la casa va tutelata e Fratelli d'Italia, come ha dimostrato in passato, è pronta a farlo difendendola in ogni sede istituzionale - commenta Alice Buonguerrieri – Oggi l'ultima minaccia arriva da Bruxelles con la cosiddetta direttiva Ue sulle case green, una direttiva che, così come impostata, ha effetti sproporzionati per il nostro Paese. Il Parlamento italiano predisporrà tutti gli strumenti di propria competenza per impedire gli effetti negativi dell'attuazione: crediamo che nell'attuazione di questa misura l'Ue debba tenere conto dell'impatto che avrà per l'Italia, una Nazione ricca di architettura di qualità per la quale gli interventi di efficientamento energetico sono costosi e progressivi, con il rischio di creare difficoltà economiche per le famiglie”.

“Ringraziamo Alice Buonguerrieri per la visita in Associazione e per il costruttivo confronto -  afferma Carlo Caselli - Abbiamo manifestato preoccupazione in merito alla direttiva Ue case green che, per le misure e soprattutto per i tempi che impone, metterebbe davvero in grandissima difficoltà milioni di proprietari, considerata la situazione e datazione del panorama immobiliare nazionale. Inoltre non va mai dimenticato che in Italia oltre l'80% della popolazione è proprietaria di un immobile. Questa situazione di proprietà edilizia diffusa, dal dopoguerra in poi, è stata co-artefice dello sviluppo dell'Italia e, tutt'oggi, costituisce un importante elemento di stabilità".  

Tra i diversi argomenti trattati, vi è stato anche quello della certezza del diritto di proprietà. "Occorre garantirla maggiormente - osserva il presidente di Confedilizia Forlì-Cesena - anche per far ritrovare quella fiducia che consente poi di mettere in affitto gli immobili. Oggi, non a caso, vi è una notevole domanda di case da affittare che non trova risposta". Caselli ricorda anche l'importanza di rilanciare la residenzialità nei piccoli Comuni, versante su cui Confedilizia Forlì-Cesena si è impegnata fattivamente grazie in particolare all'impegno di Vincenzo Bongiorno, uno degli ideatori e promotori del Progetto "Cambia VITA" attivo su Rocca San Casciano dal dicembre 2019.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ci preoccupano gli effetti della direttiva Ue sulle case green", incontro tra Buonguerrieri (Fdi) e Confedilizia

ForlìToday è in caricamento