rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Politica

Elezioni, Bombardini (Forlì Cambia): "Istituire una consulta permanente per l'agricoltura"

"Le copiose precipitazioni delle ultime settimane hanno riportato d’attualità il tema dell’impatto dei cambiamenti climatici sulle coltivazioni agricole", afferma il candidato al Consiglio comunale di "Forlì Cambia - Zattini sindaco"

Il candidato consigliere comunale Alessandro Bombardini propone l'istituzione di una Consulta Permanente per l'Agricoltura. "Le copiose precipitazioni delle ultime settimane hanno riportato d’attualità il tema dell’impatto dei cambiamenti climatici sulle coltivazioni agricole - afferma il candidato al Consiglio comunale di "Forlì Cambia - Zattini sindaco" -. Le avversità meteorologiche, sempre più frequenti e anomale, hanno flagellato i raccolti, azzerando nel volgere di poche ore il lavoro, i continui sforzi e gli investimenti economici di chi è dedito professionalmente all’attività agricola. Le intemperie e gli sbalzi termici hanno alterato il ciclo naturale delle piante, causando un inevitabile calo di produzione e compromettendo la qualità di molte colture. Attesa per tutto l'inverno, la pioggia ha fatto la sua comparsa in un momento particolarmente delicato per l’agricoltura, con le semine e la raccolta dei primi frutti, in particolare ciliegie e albicocche".

"Nei territori rurali colpiti dal maltempo si contano gli ingenti danni - prosegue Bombardini -. Purtroppo l’agricoltore per sua indole è restio ad addentrarsi nella burocrazia, a districarsi tra le complesse normative e a intraprendere azioni dall’esito incerto per recuperare almeno parte del reddito. Oltretutto le coperture assicurative per le avversità meteorologiche sulle colture garantiscono un risarcimento fino al 70% del danno subito. Un bel salasso per l’agricoltore assicurato. Per non parlare di chi ha scelto di non ricorrere ad alcuna forma di tutela. Una buona amministrazione deve attivarsi, congiuntamente ai sindacati di categoria, per rendere edotto l’agricoltore sulle complicate azioni da intraprendere a sostegno del reddito e mettersi al sicuro da qualsiasi evento nefasto. Risulta a tal fine indispensabile la costituzione permanente di una Consulta dell’Agricoltura che operi in maniera stabile con incontri cadenzati.   Infine, una considerazione sul mercato contadino di Forlì. Da anni i produttori chiedono un’implementazione dei posti: sono infatti appena dieci gli stand a fronte di una popolazione di 120.000 abitanti. Un rapporto che fa sorridere se paragonato al farmer market domenicale di Castrocaro, che conta una ventina di produttori a fronte di 6.000 residenti".

Conclude Bombardini: "E’ inoltre indispensabile garantire una sistemazione più adeguata alle esigenze dei produttori, alle prese con i gas di scarico delle auto a ridosso della merce esposta, non solo frutta e verdura ma anche carni fresche e formaggi. Ma in coerenza con la gestione dell’intero mandato, fino a oggi l’amministrazione uscente ha sempre taciuto. Nessun supporto per i produttori di frutta e verdura, tanto è vero che negli ultimi mesi sono stati costretti a chiudere i battenti la Coop di Schiavonia e i due storici negozi di corso Garibaldi. E’ vitale offrire la possibilità di diversificare e qualificare le offerte, favorendo la produzione a km zero, a dispetto di quelle attività rifornite giornalmente con bilici di merce proveniente dal sud Italia od oltre confine italico".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Bombardini (Forlì Cambia): "Istituire una consulta permanente per l'agricoltura"

ForlìToday è in caricamento