menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporti, fallimento Holding. Lombardi (Pdl): "L'avevo detto"

Sul fallimento della Holding tra gli aeroporti di Rimini e Forlì e del sistema regionale degli aeroporti interviene anche il consigliere regionale del Pdl, Marco Lombardi

Sul fallimento della Holding tra gli aeroporti di Rimini e Forlì e del sistema regionale degli aeroporti interviene anche il consigliere regionale del Pdl, Marco Lombardi. “Come si fa in questi casi potrei cavarmela dicendo 'l’avevo detto'. Ma siccome non è mia abitudine strumentalizzare vicende dolorose per il nostro territorio per mera propaganda politica, mi limito a dire che grazie anche alla azione di contrasto mia e di altri colleghi Consiglieri (ricordo in particolare la consigliera Noè) la questione aeroporti è stata attentamente monitorata e valutata, facendo emergere la realtà industriale piuttosto che le convenienze politiche della sinistra che ci governa in Regione”.

“L’uscita finale del Presidente della Camera di Commercio di Bologna Filetti sulla vicenda, è emblematica – continua Lombardi -:“non potevamo permetterci di buttare denaro per ragioni di natura più politica che economica””. L'esponente del Pdl ricorda che la sua posizione “è nota da tempo ed è stata espressa in tutte le sedi private ed istituzionali. L’aeroporto di Bologna non ha un traffico tale da dover pensare di dirottare voli altrove e quindi nella nostra Regione sarebbe tecnicamente sufficiente un solo aeroporto”.

“Rimini però, oltre al turismo balneare ha investito in due grandi infrastrutture (Fiera e Palacongressi) che non possono vivere senza un adeguato aeroporto e, ciò che più conta, ha trovato sul territorio sinergie importanti con gli albergatori per sostenere economicamente Aeradria – continua Lombardi -. Pensare quindi di “fare squadra” con un tuo potenziale concorrente è dal punto di vista imprenditoriale una pericolosa contraddizione”.

“Il dato politico però è un altro – aggiunge Lombardi -. Se non fossimo stati in questo particolare momento di crisi dove tutti sono costretti a valutare attentamente costi e benefici, e noi Consiglieri di opposizione non avessimo contrastato con argomentazioni puntuali le strategie regionali sulla “holding dei cieli” ci saremmo trovati ad avere a che fare con l’ennesimo contenitore finanziario che avrebbe sprecato risorse, mettendo a rischi la nostra realtà riminese, in virtù di meri equilibrismi politici tutti interni alla sinistra”.


“Viceversa, per una volta l’incalzante azione di opposizione e l’obiettività di chi doveva esprimere un parere tecnico, pare abbiano evitato inutili e costose sovrastrutture. Ora nulla vieta a Rimini di collaborare in futuro con Bologna da una posizione autonoma e senza la gabbia della holding regionale, ma certamente aumentano anche le responsabilità per Aeradria e per tutto il nostro territorio in quanto dovranno dimostrare di essere all’altezza della sfida che tutti assieme ci siamo assunti per sostenere la nostra economia turistica”, conclude Lombardi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento