menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frattura in Fratelli d'Italia, la consigliera Portolani: "Ricomporre lo strappo non è impossibile"

“Troppi personalismi e comportamenti antagonisti, frutto anche di insofferenza a livello personale”: è quanto la consigliera comunale Marinella Portolani, nota edicolante di piazza Saffi

“Troppi personalismi e comportamenti antagonisti, frutto anche di insofferenza a livello personale”: è quanto la consigliera comunale Marinella Portolani, nota edicolante di piazza Saffi, vede come base dello stallo che contrappone da oltre un anno in due fazioni irriducibili il partito di Fratelli d'Italia, sigla che nel frattempo ha coagulato intorno a se 6 consiglieri comunali, seppure in due gruppi consiliari distinti, da uno che era all'indomani delle elezioni comunali.  “Ebbene io credo che mettere attorno ad un tavolo i protagonisti non sia affatto un esercizio inutile o impossibile”, continua Portolani che spinge così verso una mediazione, che anche il sindaco di Forlì Gian Luca Zattini ha chiesto alla leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, mandandole una lettera. Sullo sfondo c'è anche la questione dell'assessore, dato che Fratelli d'Italia non è rappresentato in giunta ed entrambi i gruppi rivendicano per sé il posto, anche se non ufficialmente.

Scrive Portolani: “Chi mi conosce sa bene che il mio impegno è rivolto solo ed esclusivamente  al bene della città, poichè credo che solo questa debba essere la motivazione per chi vuole amministrare saggiamente. Da più parti ho sentito dire che la situazione di stallo, che vede contrapposti personaggi che pure militano nella formazione di centrodestra, sarà difficilmente superabile. Il senso di responsabilità che ha sempre guidato la compagine di centro destra fin dai tempi della campagna elettorale non può essere scemato in questi ultimi mesi e l’impegno assunto allora non può oggi venire mortificato da una situazione che non è per  nulla favorevole alla maggioranza e crea disorientamento negli elettori”.

Ed infine: “Da parte mia cercherò di spendermi per vedere ricomposta la frattura, contando sulla sensibilità dei consiglieri ora su fronti contrapposti. Bene ha fatto il sindaco, quindi,  a rivolgersi  alla presidente Meloni, perché  indichi la via da seguire, vale a dire un incontro chiarificatore tra le due componenti per una soluzione unitaria”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento