Lunedì, 20 Settembre 2021
Politica Bertinoro

Elezioni a Bertinoro, ufficializzata la prima lista: "Il Pd mostra di aver fallito, noi trasversali da esperienze diverse"

Dopo lo sblocco della situazione all'interno del Pd, che silura il sindaco uscente e presidente della Provincia Gabriele Fratto, inizia a definirsi il quadro delle forze in campo

Dopo lo sblocco della situazione all'interno del Pd, che silura il sindaco uscente e presidente della Provincia Gabriele Fratto, inizia a definirsi il quadro delle forze in campo alle prossime elezioni amministrative. Il gruppo consigliare che rappresenta il centro-destra “Uniti per Cambiare” e l'associazione 'Civitas Cambiare', formata da ex amministratori del Colle, annunciano ufficialmente il loro percorso politico assieme. 

Lo fanno con una nota congiunta Mattia Della Corna (Presidente dell’associazione Civitas) e Davide Fabbri (Portavoce di 'Uniti per cambiare'). Lo lista formata dall'unione delle due forze prenderà il nome di “BartnOra”: “Situazioni fuori dall’ordinario necessitano di soluzioni fuori dall’ordinario. Per questa ragione nasce BartnORA, una lista civica che concorrerà alle prossime elezioni comunali bertinoresi del 3-4 ottobre 2021. La lista nasce dalla condivisione delle esperienze dei rappresentanti di “Uniti per Cambiare”, lista di opposizione che alle precedenti comunali ha ottenuto un eccellente consenso, e dell’Associazione “Civitas”, nuova realtà territoriale nata per proporre un’idea alternativa al governo degli ultimi anni per la città di Bertinoro”.

“Il progetto nasce con l’intenzione di riportare al centro dell’azione amministrativa la competenza, l’amore per il nostro territorio e la condivisione di obiettivi e priorità con i cittadini. In queste settimane ci siamo confrontati ed abbiamo riflettuto su come, insieme, potevamo renderci utili per proporre, partendo anche da esperienze diverse, un modo diverso di intendere il ruolo dell’amministratore pubblico. Veniamo da cinque anni nei quali nel nostro Comune troppo spesso si è parlato di partiti e cariche e quasi mai di noi cittadini e dei nostri piccoli e grandi problemi. La nostra opinione è che il Sindaco sia l’amministratore pubblico che più di tutti deve essere vicino alle piccole cose che ci accadono ogni giorno.  Deve poterlo fare con il sostegno di persone capaci riuscendo a costruire un gruppo di lavoro che possa, nel corso del mandato, utilizzare le competenze professionali e le esperienze maturate nella vita associativa e di volontariato”. 

Sempre la nota: “Il collante di un gruppo dirigente non deve essere il rispetto di regole imposte da assemblee di partito, risultati di congressi o vincoli di coalizione; e ancor meno deve essere qualche piccolo interesse di parte. Un gruppo funziona e può ottenere ottimi risultati quando lavora con competenza su un grande progetto i cui contenuti devono essere condivisi con gli attori principali: noi cittadini di Bertinoro. La giunta uscente si è dimostrata, e le recenti esternazioni del sindaco uscente e dei vertici del PD ne sono la testimonianza, incapace di affrontare con coesione, lucidità e competenza pressochè tutti i temi sui quali si è trovata ad assumere decisioni. Dal fallimento delle Terme di Fratta, avvenuto sotto gli occhi increduli di un Consiglio Comunale che mai era stato messo al corrente delle difficoltà nella quali versava la società, fino alla recente ed incomprensibile decisione di costringere un territorio a farsi carico della realizzazione di un Ipermercato senza alcun dibattito e con una rottura clamorosa all’interno della giunta e del Consiglio Comunale”.

“Non possiamo più accettare che la cosa pubblica venga gestita con approssimazione e superficialità. Per questo vogliamo proporre ai cittadini qualcosa di diverso, di trasversale e di innovativo. Per questo vogliamo ripartire dai valori che ci accomunano e non dagli interessi che uniscono durante le elezioni ma poi dividono quando si è chiamati a fare delle scelte. Per questo nasce BartnORA! Una lista che sta unendo, intorno ad un programma chiaro, preciso e già in parte condiviso con alcune realtà territoriali, ex amministratori disposti a mettere a disposizione le proprie competenze, consiglieri di zona stanchi di non essere ascoltati, rappresentanti di associazioni e comitati frustati da anni di promesse senza seguito oltre, ovviamente, a donne e uomini interessati a disegnare nuove prospettive per il nostro territorio indipendentemente da idee politiche ed imposizioni di partito.”  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Bertinoro, ufficializzata la prima lista: "Il Pd mostra di aver fallito, noi trasversali da esperienze diverse"

ForlìToday è in caricamento