menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il consigliere Thomas Casadei ai Mondiali Antirazzisti: “Aboliamo la Bossi-Fini”

“L’Italia e l’Europa devono cambiare le proprie politiche di accoglienza verso esseri umani che scappano da guerre, persecuzioni, situazioni di estrema indigenza", afferma Casadei

Anche il consigliere regionale forlivese, Thomas Casadei (Pd), parteciperà a Castelfranco Emilia i Mondiali Antirazzisti che vedranno la partecipazione di oltre 160 squadre provenienti da tutto il mondo. "Durante i giorni della manifestazione si terranno tornei sportivi, concerti e convegni dedicati ai diritti e all’immigrazione - spiega l'esponente democratico -. Si tratta di una straordinaria occasione per rilanciare una questione che, al di là di qualche sporadico momento, resta sempre ai margini del dibattito politico e istituzionale: l’abolizione della Bossi-Fini”.

“La legge Bossi Fini - sottolinea - va cambiata al più presto: non è con il furore securitario che si governano processi complessi e delicati come quello dell’immigrazione. Come affermano da anni tutte le associazioni che si occupano di immigrazione, la Bossi-Fini non solo è inefficace e sbagliata sul piano etico, ma è addirittura nociva perché contribuisce ad alimentare i canali illegali dell’immigrazione e ad arricchire i mercanti di morte: dopo i drammatici eventi di Lampedusa avevamo detto “mai più”, e invece anche in questi giorni continuano le morti in mare”.

“L’Italia e l’Europa devono cambiare le proprie politiche di accoglienza verso esseri umani che scappano da guerre, persecuzioni, situazioni di estrema indigenza - conclude Casadei -. Anche alla luce del nostro costante dialogo con Consulte dei migranti, associazioni, sindacati, chiediamo ai parlamentari italiani, a cominciare da quelli emiliano-romagnoli del PD, di rimettere l’immigrazione al centro del dibattito, di abolire la Bossi-Fini e di dotare il nostro paese di una legge sull’immigrazione all’altezza delle necessità dei tempi che stiamo vivendo, all'insegna del rispetto dei diritti di ogni persona”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento