menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morrone (Lega) : "Pugno duro contro la delocalizzazione delle imprese romagnole"

Queste le parole del Segretario Provinciale della Lega Nord Forlì-Cesena, Jacopo Morrone, all'indomani della conferenza stampa svoltasi a Bologna sulla legge-scudo alle delocalizzazioni.

"Sistemi di produzione dislocati oltre i confini penalizzano i livelli occupazionali e molto spesso anche la qualità del prodotto - Pieno appoggio all'iniziativa promossa in Regione dai nostri Consiglieri". Così il Segretario Provinciale della Lega Nord Forlì-Cesena, Jacopo Morrone, all'indomani della conferenza stampa svoltasi a Bologna sulla legge-scudo alle delocalizzazioni.

Il gruppo assembleare del Carroccio in Regione scende in campo contro il fenomeno dilagante dell'internazionalizzazione dei sistemi di produzione e con un provvedimento legislativo ad hoc mira a premiare le aziende virtuose che rimangono sul territorio. "Iniziativa senza precedenti"- continua Morrone -. Il processo di internazionalizzazione della produzione che interessa le piccole-medie imprese locali e i comparti distrettuali del made in italy (ad es il settore calzaturiero dei Comuni della Valle del Rubicone) svuota il territorio sia in termini occupazionali che economici - stabilimenti vuoti e migliaia di lavoratori a casa con un impatto irreversibile sui piccoli laboratori artigianali e sul tessuto produttivo locale."

"A fronte di ciò, l'intento vuole essere quello di premiare gli imprenditori che mantengono la filiera produttiva nei nostri territori a km zero, attraverso finanziamenti, agevolazioni-sgravi fiscali e incentivi al capitale industriale - aggiunge l'esponente del Carroccio -. Anche nella nostra Provincia bisogna mettere in atto azioni incisive per contenere il fenomeno della delocalizzazione di impianti e plessi industriali e impedire un progressivo impoverimento del tessuto socio-occupazionale provinciale. Contributi economici e premi fiscali per chi produce localmente e investe nel comprensorio romagnolo - tolleranza zero e disposizioni "punitive" per le imprese locali che chiudono e migrano all'estero."

Infine conclude Morrone: "Presenteremo in tutti i Comuni della Provincia un Ordine del giorno per sottoporre la questione alle Giunte dei nostri territori e impegnarle in una trattativa energica di confronto con gli imprenditori romagnoli. Attraverso le istituzioni locali vogliamo sostenere e promuovere l'iniziativa legislativa approdata in Regione. "

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento