menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fonte foto: twitter Forlì Calcio

Fonte foto: twitter Forlì Calcio

Super Nocciolini stende il Legnago: vittoria sotto il diluvio per il Forlì

Dopo il gol degli ospiti con Mengalotti, i biancorossi hanno ribaltato il risultato grazie ai colpi di Nocciolini

Vittoria in rimonta sotto il diluvio per il Forlì. La squadra di Massimo Gadda, trascinata da un super Nocciolini autore di una tripletta, ha superato l'ostacolo del Legnago Salus per 4-2. Alla sua terza gara casalinga consecutiva, il Forlì si sblocca dopo i due pareggi con Parma e Romagna Centro. Non sarebbe stata una partita facile aveva predetto Gadda in settimana; ed infatti, pronti e via, gli ospiti passano in vantaggio con Manganotti, che da dentro l'area lascia partire un tiro imparabile per Merelli.

Il Forlì è tramortito e non riesce a produrre una reazione. Al minuto 21 infatti è ancora il Legnago a sfiorare il raddoppio, con una bella girata al volo di Broso. Passano 5 minuti e il Forlì si rimette in carreggiata con Nocciolini, che segna dal limite dell'area con la complicità del numero uno ospite. È la scossa che sveglia i galletti. Alzato il baricentro per ribaltare il risultato, l'obbiettivo viene raggiunto al minuto 36: Peluso semina il panico sulla fascia, cross nel mezzo per Enchisi che volontariamente lascia scorrere la palla per l'accorrente Nocciolini che raddoppia. Primo tempo ricco di patos, che termina con i biancorossi in vantaggio.

Nella ripresa i veneti provano una piccola reazione ma Merelli non tradisce e chiude ogni varco. Al minuto 7 il Forlì prova a chiuderla: rimessa laterale di Adobati, la palla arriva in area sui piedi di Nocciolini che fulmina Biggeri per il 3 a 1. Sembra finita e Gadda dopo oltre due mesi dall'infortunio manda in campo Gianluca Turchetta. Ma proprio nell'azione successiva Bernardes stacca di testa in area e accorcia le distanze. Il Forlì non molla e il neo entrato Turchetta dopo 5 minuti prima si guadagna una punizione dal limite poi la trasforma mettendo il pallone nel sette. Il Morgagni esplode e nemmeno l'ingenuità di Bisoli che provoca un rigore nei minuti di recupero rovina la festa ai galletti: Merelli infatti ipnotizza Broso che dal dischetto si fa parare un potente tiro dall'estremo difensore scuola Atalanta. Termina così dopo 3 minuti di recupero con il Forlì che rosicchia 2 punti in classifica in chiave secondo posto all'Altovicentino, fermato in casa dal San Marino sull'1-1.

PAROLA AL MISTER - “È stata una partita combattuta, equilibrata, contro un buonissimo avversario - queste le parole di Gadda -. Siamo partiti con questo goal sul groppone che ci ha sorpreso e non era semplice da rimediare. Abbiamo lavorato sul 3-4-3, siamo scesi in campo così,  ma poi ho cambiato perché non riuscivamo ad incidere. Troppo campo da coprire. Siamo tornati al 4-3-3 ed è andata meglio. Incontravamo un avversario che ha perso solo sei partite, è stata una vittoria meritata”.

Negli ultimi minuti si è rivisto in campo Gianluca Turchetta, infortunatosi a fine dicembre. Un rientro straordinario, che lo ha visto segnare su punizione: “Io non avevo in mente di farlo entrare. Poi lui ha detto a Groppi di essere pronto e allora ho cambiato idea. Aveva fatto una buona settimana di lavoro. È andata bene e ha fatto un gran goal, gli darà morale e fiducia”. Un rientro che potrebbe dare qualche ulteriore rimpianto ai Galletti: “È il giocatore con più talento, più qualità, quello che ti fa giocare meglio la squadra in fase offensiva. Di categoria superiore. Lo abbiamo perso per quasi tre mesi, è un peccato, ma queste cose succedono”.

Niente da dire su Manuel Nocciolini, autore di una straordinaria tripletta: “I goal parlano da soli”. Il Forlì giocherà in trasferta contro la Ribelle sabato, una buona occasione per accorciare sull’Altovicentino, fermato sull’1-1 dal San Marino: “A livello generale la squadra sta bene fisicamente, a parte qualche giocatore fermo per degli acciacchi. Adesso abbiamo il recupero con la Ribelle, una partita tosta, vediamo se riusciamo a ridurre  ulteriormente lo svantaggio che abbiamo”.

PAROLA A TURCHETTA - Visibilmente felice Turchetta per essere rientrato dopo tante settimane di attesa: “Il mister non mi voleva far entrare. Stavamo facendo una buona gara, il risultato era acquisito, e io mi sentivo bene in riscaldamento”. Una vittoria speciale: “Dedichiamo la vittoria a Luca, il nostro fisioterapista che non ha potuto essere qui e ha subito un grave lutto in settimana”. I Galletti vogliono concludere al meglio il campionato: “Mancano otto partite dove può succedere di tutto. Siamo attrezzati per stare in alto. Il Parma non perde da un anno, stano volando. Il nostro obiettivo può essere il secondo posto, e presentarci al meglio per i playoff. Abbiamo lasciato dei punti per strada, poi ogni partita è una storia a sé e se trovi squadre che si chiudono diventa difficile”. 

Al rientro in campo Gianluca è stato salutato da un caloroso applauso del Morgagni: “Sono rimasto contento e stupito. Sono qui da questa stagione e mi ha dato una bella spinta in più. Il rinnovo? Sicuramente ne parleremo. Qui dei dilettanti c’è poco, nello staff, nella società e nelle strutture. Questo è fondamentale. Molte dinamiche influiscono, come finire bene questa stagione. Sono valutazioni che si possono fare solo alla fine dell’anno. Io in molte occasioni mi sono guadagnato il rinnovo nelle ultimissime partite. Ora sono tornato da un lungo infortunio e devo ricominciare da zero”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento