menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Prova maiuscola per Shawn Huff, qui in azione contro Pistoia

Prova maiuscola per Shawn Huff, qui in azione contro Pistoia

Fulgor, la vittoria del carattere: abbattuta Pistoia 91-87

Priva di un americano, senza centro titolare, nel pieno delle polemiche sui dissidi societari, Forlì ribalta tutti i pronostici e sbrana la capolista Tesi. Devastanti le prestazioni di Shawn Huff (28 punti e 11 rimbalzi), Austin Freeman (33) e Natali.

Ci si aspettavano momenti Tesi al PalaCredito, con Forlì vittima sacrificale di una Pistoia in palla e padrona della LegaDue, invece ecco l'inaspettato: complice un mix di indecisione e sfortuna da parte toscana – Pistoia ha patito l'infortunio di Donte Mathis proprio a metà III quarto e Galanda a mezzo servizio – e di rabbiosa grinta lato Forlì, sul parquet di via Punta di Ferro è andato in scena un match equilibratissimo, strappato meritatamente dai biancorossi. Gara vinta due volte: una prima, a cavallo del 37', con Freeman e uno scatenato Huff (8 punti consecutivi) a scavare il break dell'83-77 a 37'30”, una seconda nel punto a punto finale dopo aver patito un'incredibile fiammata di Hardy (37 punti e 36 di valutazione...). Finale deciso da un'infrazione del pistoiese Toppo a 9” e dai liberi di Borsato e Trapani. Degne di nota anche le prove finalmente convincenti di Tommaso Marino e Joe Trapani, giocatori recentemente finiti sulla graticola per prestrazioni opache.

Primo quarto – A parte i cori di scherno tra le due tifoserie storicamente poco amiche, il clima al PalaFiera riempito dai soliti 3.000 affezionati è tiepidino, frutto poco gradito delle recenti vicende di mercato e societarie; ambiente ben marcato dallo striscione alzato nel parterre “Siete solo chiacchiere e distintivo”. L'avvio è di marca toscana con Hardy (5 punti) a far valere tutto il proprio tasso tecnico. Forlì è arginata a livello di perimetro dai tentacoli dell'ex Bobby Jones e Jack Galanda ma gli occhi dei biancorossi son quelli giusti. In particolare Huff in versione “a' faz tot me” e un ubiquo Natali (6 rimbalzi recuperati), buttano energia nel generatore romagnolo. Al 5' è -1, 9-10 con Freeman a ingranare anche da play. Borsato dalla lunetta pareggia (14-14, al 7') ma è Natali dalla lunga a siglare il primo allungo forlivese :17-16 (7'30”). Il tandem di piccoli Tesi, Hardy-Mathis, registra i pistoni e Pistoia ritrova l'andatura. Una pessima scelta di Tommaso Marino che fa fallo allo scadere su Saccaggi, vale il 17-23 del 10'.

Secondo quarto – C'è confusione assoluta tra le fila locali nei primi scambi del secondo parziale, con Marino e Trapani particolarmente sterili (il passaportato anche lato difensivo su Yango). Pistoia senza prime donne arriva a +8, 19-27 (11') e la gara sembra già in discesa per la Tesi. Il carattere MarcoPolo è però un tizzone che arde sotto la cenere, pronto a bruciare. Il primo a buttar benzina è proprio Marino che finalmente si riscopre attaccante e davanti all'under Saccaggi, scava un break di 4-0 per il -4, 23-27 (13'). Moretti rimette in pista Jones e la musica sembra improvvisamente cambiare (23-31, 24'30”). Sensazione sbugiardata dal maiuscolo Huff e Austin Freeman che di cuore, classe e grinta infiocchettano 3 triple consecutive che rimettono prepotentemente in pista i romagnoli: da 29-33 del 16'30” a 40-36 del 18'30”. Tra alcune pecche forlivesi e una certa indecisione pistoiese il ritrovato equilibrio resta fino allo scadere del 20' imbottigliato sul 42-42.

Terzo quarto – Nella ripresa Pistoia mostra i denti con Mathis e Jones leonini ma Huff non molla lo scettro e resta anima fulgorina, reggendo quasi da solo tutto il carico dell'attacco forlivese. Al 24' i romagnoli sono ancora avanti, 50-49 (24') e nonostante i numeri di Hardy e il mestiere di Galanda, la Tesi non riesce a scappare: al 25' è 52-51 per Forlì. Moretti, subodorati gli stenti, chiama un time out ma il bandolo è in mano romagnola: Freeman dalla lunga mette la freccia (57-53, 26'30”) ma ancor più pesante per l'economia della gara è l'infortunio di Mathis al ginocchio destro, caduto dopo un'entrata (al 16'30”). Pistoia non sbanda ma è senza cartucce. Forlì però non ne approfitta in pieno ciccando buoni tiri. Il quarto vede la Fulgor avanti solo 61-59.

Quarto quarto – Dai blocchi Forlì scatta meglio (64-59 con tripla di Trapani, 31'20”) ma è un refolo che Yango blocca con cesto più fallo dello stesso passaportato. Freeman insacca la tripla del primo massimo vantaggio (69-62, 32'30”) e tutto pare davvero girare alla grande con Pistoia invece in evidente confusione, a sparare solo da 3. A metà periodo ancora Austin Freeman, lasciato libero, punisce la 1-3-1 toscana un'altra tripla: 73-66. Non è fuga perché a cavallo del 36', la Tesi tenta il recupero stringendo le maglie. Scatta a questo punto un infuocato botta e risposta con Huff a siglare due triple e un jump dalla media, rintuzzato da Gurini prima (79-74, 37'), Hardy poi. Dopo una palla persa di Borsato, Jones guadagna due liberi per il -2, 83-81 (38'). Con la stessa moneta paga Freeman (85-81, a 1'50” dalla fine). Un +4 che ancora Hardy sgretola a suon di triple, due, per il parziale di 2-6 che vale l'87-87 del 39'30”. La palla è in mano Tesi ma Toppo la spreca malamente commettendo infrazione di doppio palleggio che a 9” dal gong riconsegna la sfera a Forlì. Fallo Jones su Borsato a 6”40 permette alla guardia veneta di riportare la MarcoPolo avanti (89-87). Ancora Hardy prende in mano le briglie ma stavolta sbaglia dalla lunga e sul rimbalzo Trapani subisce fallo che tesaurizza con i liberi del 91-87 finale per un successo che suona di miracoloso.

PARZIALI – 17-23; 42-42; 61-59

ARBITRI – Moretti, Bartoli, Di Toro

MARCOPOLOSHOP.IT – Marino 5, Borsato 9, Freeman 33, Huff 28, Trapani 7, Lestini 2, Colosio ne, Natali 3, Casoli (k) 4, Bianchi ne. All. Nenad Vucinic

TESI GROUP PISTOIA – Della Torre ne, Mathis 9, Jones 13, Tuci ne, Toppo 1, Yango 9, Galanda 9, Hardy 37, Saccaggi 1, Gurini 8. All. Paolo Moretti.

NOTE – Spettatori 3.000 circa (50 da Pistoia)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento