Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

FulgorLibertas, con Imola sarà derby al quadrato

Derby da tutto esaurito domenica al PalaRuggi con almeno 300 forlivesi al seguito di Cain & Co. Chi vince lascia l'ultima piazza.

Jazzmar Ferguson

Domenica, al PalaRuggi, tra Forlì e Imola andrà in scena un derby al quadrato. In campo non scenderà solo la rivalità tra due città che da anni animano match sempre combattuti, ma anche un pezzo importante di stagione. Appaiate in ultima posizione a quota 2 punti, Credito di Romagna e Aget faranno di tutto per affibbiarsi il ruolo di Cenerentola della Gold, impelagare l'avversaria, piazzare già un colpo in chiave salvezza. “Tutto possiamo attenderci tranne che una gara facile – avvisa coach Massimo Galli analizzando la situazione poco rosea attraversata dall'Andrea Costa, le 5 sconfitte consecutive patite –. Imola è una squadra di esperienza, talento e carattere, con giocatori che se pungolati danno il meglio di sé. Chiaramente è una partita dove dare tutto è imprescindibile. Il derby è una partita molto sentita da entrambe le squadre e vincere ha un significato particolare. La classifica parla chiaro, nessuno naviga in buone acque ma non siamo all'ultima spiaggia.” Se Imola non ride Forlì, pur se gasata dal successo con Veroli e trascinata dal calore dei suoi tifosi (bruciati in pochi giorni i 300 biglietti in prevendita a disposizione dei forlivesi), si presenterà ancora a ranghi ridottissimi, con Crow a riposo almeno fino al match con Casale e Ravaioli out per altri 10 giorni. “Purtroppo è così. Per questo dare tutto sotto il profilo delle motivazioni sarà imprescindibile; ai ragazzi non chiedo la perfezione, sbagliare un tiro aperto può capitare, ma su ogni palla vagante dobbiamo essere noi i primi ad arrivare. Spero che l'appagamento che inconsciamente può esserci stato dopo Veroli – avverte il tecnico – svanisca. I ragazzi lo sanno: Imola non sta attraversando un buon momento ma dopo i provvedimenti della società in settimana, il talento e l'esperienza dei suoi giocatori ci aspetta una partita di grande spessore. Imola sarà pronta dal punto di vista mentale a sbranarci, dimostrare di saper reagire con rabbia alla batosta subita a Verona.” Tatticamente Galli non prevede alchimie particolari. “Non credo l'Aget cambierà stile di gioco; molto dipenderà dall'approccio iniziale, se sapremo reggere alla loro rabbia. Sottovalutarli sarebbe un errore capitale, in particolare Young che se fuori casa non sta rendendo quanto può, in casa esprime tutto il proprio talento.”

“Diffida” a ragione anche Jazzmar Ferguson, il folletto che ha trascinato Forlì al successo con Veroli e che poco a poco sta trovando una propria dimensione di gioco: “Non conosco il clima dello spogliatoio di Imola in questi giorni ma so che saranno motivati almeno quanto noi a far bene – dice il play-guardia USA –. Siamo tutti convinti che sarà una bella partita, il fatto che sia un derby ci gasa; sentiamo di poter battere Imola ma dovremo dimostrarlo sul campo. Ci siamo allenati forte questa settimana, siamo pronti.” Su come si possa espugnare il PalaRuggi, Jazz ha le idee chiare: “In difesa soprattutto, dobbiamo imparare a riempire meglio gli spazi, tenere alta la pressione.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

FulgorLibertas, con Imola sarà derby al quadrato

ForlìToday è in caricamento