Giovane, con l'esperienza del veterano: il volto del jolly della Pieffe 2.015 è quello di Riccardo Bolpin

Coach Sandro Dell'Agnello cala così il suo jolly: "Riccardo ha tutte le carte in regola per costruirsi un grande futuro"

Il jolly della Pallacanestro Forlì si chiama Riccardo Bolpin. "Sono qui per prendermi le mie responsabilità e ad essere al servizio della squadra quando verrò chiamato in causa", afferma il nuovo volto della Pallacanestro Forlì 2.015. "Potere giocare in più ruoli lo considero un vantaggio, perché mi permette di avere eventualmente più spazio quando ce ne sarà bisogno - osserva -. Ho fatto il play, la guardia e l’ala, ma sono a completa disposizione di Sandro, e quando servirà mi farò trovare pronto per ricoprire qualsiasi ruolo sul parquet".

Riccardo ha giocato con Terrence Roderick (ad Agropoli) e Erick Rush (a Recanati): "Ho un ricordo molto positivo di entrambi, poiché negli anni che abbiamo condiviso loro hanno fatto veramente cose importanti: nelle ultime stagioni ci siamo affrontati da avversari, ma ora è bello tornare a giocare insieme". Forlì rappresenta una tappa importante nella carriera di "Riki": "Sono felice di essere in una città che richiama tanta passione e tanto pubblico, e di giocare in una squadra costruita per fare bene. Il mio obiettivo è tornare in serie A, se lo facessimo insieme sarebbe ancora più bello".

Coach Sandro Dell'Agnello cala così il suo jolly: "Riccardo ha tutte le carte in regola per costruirsi un grande futuro, ma ha anche un eccellente presente. E il presente dice che abbiamo inserito in squadra un ottimo giocatore. Ha un grande potenziale e potrà giocare in più ruoli, perché ha le caratteristiche per farlo, fisicamente ha una struttura importante per la Serie A2 ed un notevole tiro da tre punti, che non guasta mai". Lo sguardo di Bolpin è intenso e trasmette la maturità di chi, nonostante la giovane età, ne ha già viste diverse.

"Stiamo parlando di un ragazzo giovane, ma le esperienze che ha fatto in questi anni lo fanno sembrare quasi un veterano - puntualizza il general manager Renato Pasquali -. Da queste prime due settimane di allenamento, abbiamo avuto la conferma che le informazioni che avevamo raccolto su di lui questa estate sono vere. Riccardo, come uomo ancora più che come giocatore, mentalmente ha molti più anni di quello che dice la sua carta d’identità, sa mettersi a disposizione dei compagni, e questo sarà fondamentale per creare la giusta chimica di squadra. Sono sicuro che sarà una delle sorprese del campionato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per un numero sfiora il colpo da 500mila euro: giovane gioisce con una vincita al 10eLotto

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Da Forlì parte la ribellione delle palestre: "Se imporranno la chiusura, non chiuderemo"

  • Covid-19, test sierologici rapidi gratis per studenti e famiglie: l'elenco delle farmacie

  • Coronavirus, due insegnanti e tre studenti infettati: classe dell'asilo in quarantena

  • Meldola in lutto per la scomparsa di Stefanino, il sindaco: "Una figura speciale per tutti"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento