rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Sport

MotoGp, Lorenzo domina Brno. Marquez e Rossi completano il podio

Jorge Lorenzo ha dominato il Gran Premio della Repubblica Ceca, undicesimo round del mondiale MotoGp, balzando in testa al campionato con 211 punti, a pari merito con Valentino Rossi

Ha salutato il plotone dal semaforo verde, costruendo giro dopo giro la sua quinta vittoria stagionale. Jorge Lorenzo ha dominato il Gran Premio della Repubblica Ceca, undicesimo round del mondiale MotoGp, balzando in testa al campionato con 211 punti, a pari merito con Valentino Rossi, terzo al traguardo dopo una brutta partenza. A sandwich tra le due Yamaha la Honda Repsol di Marc Marquez, unico nelle prime fasi della gara a tenere il ritmo della M1 numero 99.

Lorenzo ha pennellato le traiettorie della pista ceca, emulando l'amico Max Biaggi, autentico specialista di Brno.  Un successo apparentemente semplice, costruito fin dal primo turno di prove libere e che è maturato dopo la pole position da record conquistata nel giro del "tutto o niente" sabato. "E' stato più caldo rispetto al warm-up, perchè non c'erano più nuvole - ha analizzato il vincitore -. Ero un po' preoccupato per la scelta delle gomme, ma ho usato quelle che mi sono trovato meglio nel weekend. Il finale è stato difficile perchè la moto slittava e avevo poca trazione. E' una vittoria importante in chiave campionato, perchè ora sono in testa e Marc e più lontano".

Giro dopo giro la Yamaha dell'ex campione del mondo ha accumulato oltre quattro secondi di vantaggio su Marquez (ora a 52 punti dalla vetta del campionato), mentre Rossi, dopo una pessima partenza, si è accontentato del grandino più basso del podio. Pesante il distacco dal vincitore: oltre dieci secondi, con il "Dottore" probabilmente penalizzato da un'errata scelta del pneumatico (mescola più dura rispetto a quella utilizzata dal compagno di squadra). "Ho scelto la gomma migliore per me - ha risposto Rossi -, ma la partenza è stata negativa. Non avevo il ritmo. Jorge e Marc più veloci".

Gara discreta per le Ducati, con Andrea Iannone quarto davanti alla Honda Repsol dell'infortunato Dani Pedrosa, che nel finale è riuscito a beffare il forlivese Andrea Dovizioso, equipaggiato di una Ducati GP15 con motore evoluzione. Al via Dovizioso è riuscito a scattare bene ed è transitato in terza posizione sul traguardo al termine del primo giro. Il pilota romagnolo è poi stato passato da Rossi nella tornata successiva ed è rimasto in quarta posizione fino all’ottavo giro, quando è stato superato dal compagno di squadra. Quindi ha mantenuto la quinta posizione fino all’ultimo passaggio, quando è stato superato da Pedrosa a poche curve dalla bandiera a scacchi.

“Sono abbastanza soddisfatto di come è andata la gara perché prima del via non avevo un gran feeling con la mia GP15 ed ero anche piuttosto lontano come passo - ha confessato il forlivese -. Dobbiamo però capire come migliorare l’anteriore perché la moto non gira come vorremmo e questo è un grosso limite perché non riesco a spingere, ed è la situazione che mi è successa in gara. La prossima settimana saremo a Misano per un test che sicuramente ci sarà utile anche per cercare di risolvere questi problemi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MotoGp, Lorenzo domina Brno. Marquez e Rossi completano il podio

ForlìToday è in caricamento