menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Volley 2002 Forlì giocherà al PalaDozza di Bologna

A poche ore dalla chiusura della presentazione delle domande per l'iscrizione ai campionati di A1 e A2 femminile, Giuseppe Camorani, presidente della Volley 2002 Forlì fa chiarezza sul futuro del club

A poche ore dalla chiusura della presentazione delle domande per l'iscrizione ai campionati di A1 e A2 femminile, Giuseppe Camorani, presidente della Volley 2002 Forlì fa chiarezza sul futuro del club: "Lo dico a chiare lettere proprio per evitare equivoci o alimentare false aspettative nei nostri tifosi o nel pool dei nostri partner che da anni sono al nostro fianco. Nella peggiore delle ipotesi ripartiremo dalla B1".

Intanto è ufficiale il trasloco a Bologna e tutte le partite interne della Volley 2002 Forlì saranno disputate al PalaDozza di Piazza Azzarita. "Con la società Idea Volley Bologna - spiega Camorani -. abbiamo avviato da tempo un dialogo che porterà le due realtà a camminare sulla stessa strada e a giocare al PalaDozza, tempio di culto dello sport bolognese in passato famoso per le imprese delle squadre di basket della città e per aver ospitato eventi di richiamo internazionale. Non si tratta di fusione o altro, ma per la Volley 2002 Forlì si tratta di un semplice cambio della sede di gioco che permetterà alla nostra società e a quella di Bologna di lavorare maggiormente sulla base, con investimenti importanti sul giovanile".

Camorani sottolinea come la Volley 2002 Forlì sia "oramai parte integrante del territorio forlivese, della vita quotidiana della nostra gente. Da oltre vent'anni facciamo pallavolo di altissimo livello, da più di dieci abbiamo fatto conoscere la città di Forlì sui campi di A1 e A2 puntando sull'entusiasmo che la pallavolo femminile sa catalizzare attorno a sè. Purtroppo negli ultimi anni i risultati non sono arrivati e il nostro desiderio è quello di riportare la Volley 2002 nell'eccellenza della pallavolo italiana".

Ripescaggio o acquisizione di titolo sportivo? Il numero uno della società frena gli entusiasmi: "Insieme agli altri dirigenti della società abbiamo fatto diverse valutazioni nel merito, non scartando nessuna ipotesi. Non nascondo che ci siano trattative in corso anche per acquisire un diritto sportivo di A1 o puntare al ripescaggio in A2, avendone pieno diritto. Tutto dipenderà dalle aziende con cui siamo stiamo dialogando. Le prossime ore saranno decisive, in modo tale da presentare il 29 giugno, nella sede della Lega Pallavolo Serie A Femminile, la documentazione completa. Lo dico a chiare lettere proprio per evitare equivoci o alimentare false aspettative nei nostri tifosi o nel pool dei nostri partner che da anni sono al nostro fianco. Nella peggiore delle ipotesi ripartiremo dalla B1".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento