menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Missione salvezza: dieci finali per il Gaetano Scirea con un Brighi in più

"Sono contento di essere qui - esordisce Brighi -. Cercherò in tutti i modi di aiutare la squadra e provare a fare queste ultime dieci partite bene per raggiungere la salvezza"

Per un cammino salvezza che si annuncia particolarmente infuocato, il Gaetano Scirea si è rafforzato con l'arrivo di Lorenzo Brighi. Guardia-ala riminese, era stato tesserato dal Bellaria, società che milita in Serie C Silver, a fine novembre, salvo poi svincolarsi per affrontare la nuova sfida. Il 25enne, che vanta nove anni tra serie B e Legadue dopo la trafila nel settore giovanile dei Crabs in cui ha militato dal 2001 al 2014, ha debuttato domenica scorsa in quel di Molinella, timbrando il tabellino in doppia cifra.

"Mai come quest'anno abbiamo avuto dei problemi fisici, che ci hanno tolto i due giocatori più importanti - esordisce il presidente Alderico Silimbani -. Era difficile andare avanti così. Lorenzo si è reso disponibile fin da subito. E' un inserimento molto importante. Ma tutta la squadra deve capire che il sacrificio che la società ha fatto e tutti dovranno dare il loro massimo contributo. Ora abbiamo dieci finali da affrontare".

Coach Alessandro Tumidei ha ringraziato la società: "E' stato uno sforzo, ma necessario dopo il ko di Lele Montaguti ed Enrico Solfrizzi, difficili da assorbire. E abbiamo scelto Lorenzo. Ora proveremo a giocare ogni partita alla morte per vincerne il più possibile. Il cammino è ancora lungo. In questi quattro mesi, un po' per colpe nostre ed un po' per situazioni avverse, non ha girato come immaginavamo. C'erano alcune partite che meritavamo di vincere e che invece abbiamo perso per alcuni episodi. Noi dovremo essere bravi a resettare e ripartire in ogni partita, ritrovando la fiducia e la spensieratezza che avevamo ad inizio anno". Su Brighi: "Lo ritengo un giocatore forte e di esperienza, che spero contribuisca a dare quel qualcosa in più ai compagni di squadra, soprattutto nei momenti chiavi".

"Sono contento di essere qui - esordisce Brighi -. Cercherò in tutti i modi di aiutare la squadra e provare a fare queste ultime dieci partite bene per raggiungere la salvezza. Non sarà facile, ma se stringeremo i denti possiamo farcela". Il 25enne non è nuovo a simili sfide. Lo scorso anno Brighi ha conquistato infatti un'importante salvezza a Crema agli ordini di coach Gigi Garelli. "La situazione era più o meno simile ed un'esperienza che può essermi d'aiuto - afferma il neo bianconero -. L'importante è giocare uniti e andare nella stessa direzione. Bisogna giocare ogni partita come se fosse l'ultima".

Pochi giorni di allenamento, ma già qualche idea chiara sull'inserimento tattico: "Dovrò creare gioco e prendermi qualche responsabilità nei momenti finali, cercando di dare una svolta. Cercherò di fare del mio meglio, anche perchè ci aspettano sfide molto tirate". Il calendario del Gaetano Scirea prevede da qui in avanti sei partite in casa: "Che sia di uno o di venti dobbiamo vincerle - è l'appunto del coach -. Faremo di tutto per riuscirci".

Foto Facebook Gaetano Scirea 

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento