menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rugby, ultima di campionato vittoriosa per il Forlì

All’ultima di campionato il Rugby Forlì si toglie la soddisfazione di andare a vincere a Jesi per 19 a 15, su un campo dove da anni non arrivava un risultato positivo

All’ultima di campionato il Rugby Forlì si toglie la soddisfazione di andare a vincere a Jesi per 19 a 15, su un campo dove da anni non arrivava un risultato positivo. Gli Aquilotti Biancorossi perdono in settimana per lievi infortuni Santinicchia, Silvani e Benvenuti e non possono schierare capitan D’Agostino assente per motivi familiari. Niente paura, dal vivaio biancorosso spuntano Ragaglia, Cerchier, Roncuzzi e Lombardo, tutti classe 1993, e il gioco è fatto.

La partita inizia male perché già al 4° minuto Jesi va in meta a seguito di una serie di errori difensivi che consentono la marcatura dopo un raggruppamento avanzante. Al momento di schiacciare il flanker marchigiano perde la palla in avanti, ma il direttore di gara non se ne accorge. Il gioco però è in equilibrio e il Forlì costruisce una serie di azioni velocissime con il piccolo mediano esordiente “Pif” Lombardo (55 chili scarsi a dimostrazione che a rugby non giocano solo i grossi) e l’apertura Ragaglia che schiaccia in meta in mezzo ai pali e trasforma. 7 a 5 per i biancorossi. Al 26° è però lo Jesi che va in meta a sorpresa con una astuta giocata da rimessa laterale che lascia di stucco la difesa biancorossa. (7 a 10).

All’inizio della ripresa il tecnico biancorosso comincia ad effettuare le sostituzioni sia per qualche acciacco che per modificare l’assetto tattico della squadra. Al 14° un azione travolgente di Mercuriali, sostenuto dall’onnipresente Mori, porta i biancorossi ad incunearsi profondamente nella difesa marchigiana che non riesce ad opporsi al raggruppamento avanzante dei forlivesi che vanno in meta col pilone Rossi. (12 a 10). La partita rimane sempre equilibrata e ancora lo Jesi riesce a tornare in vantaggio a seguito di una punizione giocata velocemente (e irregolarmente visto che viene battuta 5 metri lateralmente al punto) che sorprende ancora la difesa. (12 a 15). Siamo a meno di 20 minuti dal termine e il Forlì non perde lucidità. Combatte ferocemente su ogni punto di incontro e costringe gli avversari ad una serie di errori che al 35° consentono a Marzocchi Nicola di rubare palla a centro campo, calciarla a seguire, recuperare il rimbalzo e schiacciare la meta della vittoria in splendida solitudine. Giardini, oggi capitano, arrotonda con la trasformazione per il 19 a 15. Ma non è finita qui. Lo Jesi attacca disperatamente e proprio all’ultimo minuto sembra poter passare ma un incredibile placcaggio dei biancorossi blocca l’azione sulla riga di meta. Al fischio finale è festa grande per i ragazzi del Forlì che chiudono il campionato al 6° posto, migliorando il piazzamento della stagione precedente, ma soprattutto dimostrano di avere ormai la mentalità giusta per puntare più in alto nonostante l’età media della squadra non arrivi ai 24 anni.
Al termine il Presidente Mordenti, al seguito della squadra, si è complimentato coi ragazzi per l’ottima stagione.

Formazione: Lanzarini (5° st Rossi), Magnani (15° st Balzani N), Valgiusti, Roffilli, Gallegati (Zaccariello M), Roncuzzi, Mercuruali, Mori, Lombardo (5° st Cerchier), Ragaglia (25° st Guidi E), Zaccariello G (10° st Ruffilli), Asioli, Guidi (35° st Zoffoli), Marzocchi Nicola, Giardini. All. Balzani Davide

Marcatori: 1 meta Marzocchi, Ragaglia e Rossi; 1 trasf Giardini e Ragaglia

Note: Diluvio con terreno allentato ma non pesante. Nessun cartellino. Spettatori 60 circa con rumorosa rappresentanza biancorossa.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento