menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Softball, continua la marcia vincente della Fiorini MGM in Coppa delle Coppe

Forlì - Neunkirchen era una riedizione della sfida già andata in scena nella Coppa 2014. Allora vinsero le avversarie e approdarono alla finale, stavolta la Fiorini si è presa una piccola rivincita, ma la difficoltà è stata la stessa, se non superiore

Terza vittoria della Fiorini MGM Forlì in Coppa delle Coppe. Le forlivesi iniziano la seconda fase battendo 1-0 in nove inning le tedesche Neunkirchen Nightmares, in quella che di fatto era già la partita determinante per l'approdo alla fase conclusiva. Vincendo anche i due restanti incontri contro bulgare e svizzere, sulla carta ampiamente alla portata, le romagnole si garantiranno il primo posto nel girone ed una posizione di partenza migliore sul cammino verso la finale.

Forlì - Neunkirchen era una riedizione della sfida già andata in scena nella Coppa 2014. Allora vinsero le avversarie e approdarono alla finale, stavolta la Fiorini si è presa una piccola rivincita, ma la difficoltà è stata la stessa, se non superiore. E' stato come prevedibile un duello di lanciatori: le squadre sono rimaste inchiodate sullo 0-0 mentre i due pitcher sfoderavano il loro repertorio, Blaire Luna per Forlì a suon di strike out, Daubman per le tedesche con tante traiettorie mosse e velenose che si potevano battere ma erano facile preda della difesa.

Forlì ha avuto un'occasione da favola per chiudere al 7mo inning e risparmiarsi le pene degli extra inning: ma con Cacciamani in Terza e zero eliminati, nessuno riusciva a trovare il contatto buono per portarla a casa. Il successo era rimandato di due riprese. Stavolta in Terza c'era Montanari, con un out: Zauli metteva palla a terra e la difesa tedesca non riusciva a difendere su Montanari che volava a casa base a tutta velocità e segnava il punto. Neunkirchen aveva ancora a disposizione l'ultimo attacco, portava il corridore in Terza, ma la difesa della Fiorini MGM era impeccabile.

Nel pomeriggio Forlì ha vinto la quarta partita col punteggio di 8-1 sull'Akademik Sofia. Come previsto, si è trattato poco più che di una formalità: troppo palpabile il divario fra il gioco delle due formazioni perché l'esito del match potesse essere messo in discussione. Le forlivesi non hanno giocato al proprio meglio, ma si tratta di un comportamento più che comprensibile: le due vittorie contro Joudrs e Neunkirchen sono costate molto in termini di energie, soprattutto nervose, e non sarebbe stato onesto pretendere che le ragazze giocassero al 100% anche contro l'avversario più debole del girone.

Poco da dire sullo svolgimento del match. La Fiorini MGM ha scavato subito un margine sufficiente con due punti al primo inning e tre al terzo; ottenuto lo scopo, si è seduta come ad aspettare la fine, senza infierire sulle bulgare. Altri tre punti sono arrivati all'ultimo turno di attacco, una fiammata conclusiva buona soprattutto per le statistiche. Alcune prestazioni individuali. In pedana di lancio si sono alternate Carlotta Onofri, pitcher partente e accreditata della vittoria dai classificatori, sostituita dopo 5 riprese da Matilde Zanotti. Nel box di battuta, 12 le valide di squadra e percorso immacolato per Katelyn Bedwell: la canadese ha messo a segno tre doppi e una volata di sacrificio, portando a casa 4 punti. Tripli per Montanari e Cacciamani, pregevole 3/4 di Laghi. Forlì torna in campo alle 10.45 del venerdì mattina, contro le svizzere di Therwil. Se vince o perde massimo 1-0 passa alla fase finale come prima del girone; qualunque altra sconfitta la condannerebbe al secondo posto dietro le tedesche, e il cammino si complicherebbe un po'.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento