menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Softball, trasferta amara per la Fiorini: da Bollate a mani vuote

Nulla da fare per la Fiorini, che torna da Bollate a mani vuote dopo due sconfitte che permettono alle bianco-rosse lombarde di staccare le forlivesi nella volata per l'accesso alle semifinali

Nulla da fare per la Fiorini, che torna da Bollate a mani vuote dopo due sconfitte che permettono alle bianco-rosse lombarde di staccare le forlivesi nella volata per l'accesso alle semifinali. Nonostante la grande efficacia di Michela Vitaliani (3/6 nel doppio confronto) e la buona prova complessiva in difesa, le romagnole in  tutte e due gli incontri sono spente e passive in attacco mettono a segno appena 6 valide non decisive contro le 12 delle avversarie nei due incontri.  

 E dire che gara 1 era iniziata con il piede giusto: il primo battitore, Michela Vitaliani, apre le danze con la prima valida di giornata, guadagna la seconda sul sacrificio di Tausaga (infine schierata dopo i problemi fisici accusati in settimana) e va a segnare su un errore di presa al volo della difesa avversaria. Nel primo attacco lombardo anche Papucci ha buon gioco, lasciando al piatto Kosterink e Beasley ed eliminando in prima Meadows, ma la reazione del Bollate si concretizza al secondo inning. Bortolomai riceve una base ball, Parisi batte valido ed entrambe segnano sul successivo triplo all'esterno destro di Elisa Cecchetti. Alla terza ripresa l'attacco di casa trova il punto della tranquillità, frutto di tre valide (Kosterink, Beasley e Bortolomai). Forlì tenta la rimonta al sesto inning, che si apre con un altro singolo di Michela Vitaliani, anche stavolta in seconda sul bunt di Tausaga. Seguono però due agevoli out al volo, con cui la difesa lombarda forza il cambio campo. Al 7° ci prova anche Zauli con un singolo interno, ma non va oltre il cuscino di prima e il punteggio rimane fermo sul 3-1 finale.

In gara 2 purtroppo non c'è storia: Bollate subito in fuga al primo assalto con 3 punti, ottenuti sfruttando l'unico errore “assegnato” di giornata delle romagnole. Un possibile out al volo sulla lunga battuta di Kosterink si trasforma in un corridore in terza, a punto su un bunt millimetrico di Meadows che non dà tempo a Michela Vitaliani per realizzare l'out a casa base. Seguono altre due valide di Bortolomai e Buila, con quest'ultima a spingere a casa due punti, sfruttando un errore non assegnato alla difesa forlivese, che scavano un solco difficile da oltrepassare contro una Meadows così efficace in pedana. In sette inning l'attacco Fiorini raccoglie appena due valide, una a testa per le sorelle Vitaliani: troppo poco per rimontare lo svantaggio iniziale, che aumenta ancora al 5° inning in cui è Beasley a segnare sulla volata di sacrificio di Bortolomai. Finisce 4-0 e Bollate fa un importante passo avanti verso la qualificazione, anche se le 6 partite che restano da giocare alle bianco-rosse e le 5 della Fiorini (recuperi inclusi) lasciano ancora qualche speranza di recupero alle romagnole che però debbono cambiare decisamente atteggiamento se vogliono rientrare in corsa.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento