menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un incerottato Gaetano Scirea sfiora l'impresa a Montecchio

Pagato a caro prezzo il deficitario atteggiamento difensivo, acuito dalle mirabili percentuali in avvio dei reggiani: non c’è tempo per recriminare, pronti a preparare l’ennesimo viaggio ad Anzola

A distanza di un anno svanisce nell’ultimo minuto il sogno bianconero di espugnare di nuovo l’ostico parquet di Montecchio: i locali sfoderano una solida prestazione e già in avvio (9-0, 16-7 al 4’30’’) mettono a nudo il carente approccio difensivo del Gaetano Scirea con le rasoiate di Vecchi. Bertinoro riaggiusta i meccanismi e così nel secondo quarto la multidimensione di Farabegoli e la verve del solito Bracci regalano il primo vantaggio al 18’ (31-34 al 18’). Nonostante un parziale di 7-0 (60-53 al 32’) la banda di Tumidei rimane aggrappata con le unghie alla partita e si presenta al rush finale a diretto contatto (69-67 al 39’): negli ultimi 3’ l’unico cesto dal campo arriva da Zambianchi, gli emiliani non sono in bonus ragion per cui prima Amadio poi Lusetti spengono le velleità dei romagnoli, saliti comunque sul torpedone privi di Cinti (infiammazione al tendine) e del febbricitante Emiliano Solfrizzi entrambi fondamentali nelle rotazioni dal pino. Pagato a caro prezzo il deficitario atteggiamento difensivo, acuito dalle mirabili percentuali in avvio dei reggiani: non c’è tempo per recriminare, pronti a preparare l’ennesimo viaggio ad Anzola.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento