menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Addio a Lucio Dalla. "Mi parlava dalla finestra di casa sua"

"Non l'ho conosciuto in ambito lavorativo, ma quando studiavo a Bologna, ed ero una ragazzotto. Ci parlavamo dalla finestra". Sauro Moretti, patron di Villa Prati, racconta così un Lucio Dalla inedito

“Non l'ho conosciuto in ambito lavorativo, ma quando studiavo a Bologna, ed ero una ragazzotto. Ci parlavamo dalla finestra”. Sauro Moretti, patron di Villa Prati, racconta così un Lucio Dalla inedito, al di fuori del mondo della musica. Dalla abitava nella stessa via dove lui andava a lezione e tutto è iniziato con un “buongiorno”. Il ritratto di una persona già famosa che non aveva vezzi da star e restava in contatto con la 'gente comune'.


“Apriva la finestra tutti i giorni – ricorda Moretti – e io passavo da lì per andare a lezione, l'edificio era di fronte a casa sua. Siamo passati al 'buongiorno Sauro' per poi arrivare a parlare di musica, io ero già un 'discotecaro' all'epoca”. Ecco il ricordo di Moretti, semplice, che nulla ha a che fare con il Dalla cantante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento