Domenica, 14 Luglio 2024
Aeroporto

Aeroporti, "Dirottare parte del traffico di Bologna a Forlì? Dipende dalle compagnie"

Più complicata l'ipotesi di alleggerire la pressione su Bologna, portando alcuni voli negli altri aeroporti della regione, in particolare a Forlì

Una soluzione di "buon senso", che tutela i residenti del Navile, ma "senza perdere un volo". Così l'assessore ai Trasporti dell'Emilia-Romagna, Andrea Corsini, commenta l'accordo che sancisce lo stop ai sorvoli notturni sulla città degli aerei in arrivo e in partenza da Bologna. L'incontro in programma martedì a Roma dovrebbe ratificare l'intesa raggiunta a livello locale.

"La soluzione è stata trovata: lavorare sullo spostamento dei voli dalla zona del Navile alla zona del Bargellino, evitando il sorvolo sui residenti del Navile, senza perdere nessun volo. Questo per me è un aspetto importante: salvaguardare la salute dei cittadini, senza perdere voli, civili e cargo", osserva Corsini.  "La soluzione, che è stata trovata grazie al buon senso di tutti, del Comune, dell'aeroporto, della Regione, di Enac, Enav e del ministero, è un passo avanti importante per i residenti, ma che consente di mantenere al 100% l'operatività dello scalo", prosegue Corsini, a margine dell'apertura della borsa turistica 'Cities Emilia-Romagna'.

Più complicata l'ipotesi di alleggerire la pressione su Bologna, portando alcuni voli negli altri aeroporti della regione, in particolare a Forlì. "Si tratta di dinaniche di carattere commerciale che, al di là delle intenzioni che possono avere le Istituzioni, dipendono dalle politiche commerciali delle compagnia", alza le mani Corsini. "Ad esempio, per Ryanair abbiamo interloquito assieme all'Aeroporto di Bologna e quello di Forlì per capire se una parte di voli low-cost potesse essere portato in Romagna. Noi siamo favorevoli, siamo d'accordo, auspichiamo che ci possa essere questo tipo di sostegno, però dipende dalla volontà della compagnia aerea", ammette l'assessore.

"Ci sono tante esperienze internazionali che dimostrano come si possa coniugare un buon afflusso turistico con il rispetto della dignità della vita delle persone. C'è voluto un intervento pesante del sindaco Lepore per arrivare a una risposta e al rispetto dei patti. Per quanto riguarda il turismo non avremo impatti negativi", osserva, infine, Mattia Santori, consigliere delegato al Turismo di Bologna. (fonte Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporti, "Dirottare parte del traffico di Bologna a Forlì? Dipende dalle compagnie"
ForlìToday è in caricamento