menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alfabetizzazione digitale, scoprire l'uso delle nuove tecnologie: a Santa Sofia debutta "Pane e Internet"

A livello locale, il coordinamento del progetto sarà curato dall'’Asp San Vincenzo de’ Paoli, nela sede degli Uffici di Santa Sofia in via Unità d’Italia 47

Prosegue l'impegno della Regione Emilia Romagna nell'ambito dell'alfabetizzazione digitale e anche nel territorio dell'alta valle del Bidente è in partenza il progetto “Pane e Internet”, mirato alla formazione dei cosiddetti “cittadini digitali”. Il "cittadino digitale" è un cittadino che, a tutte le età, usa le tecnologie per accedere alle informazioni, per fruire di servizi sempre più avanzati e per cogliere le opportunità che il digitale offre nel suo territorio. Tuttavia, non è sufficiente estendere le infrastrutture tecnologiche nel territorio o produrre nuovi servizi online: è necessario anche sostenere l’acquisizione di conoscenze e competenze necessarie per avere una piena cittadinanza digitale. Proprio per questo, le Linee di sviluppo 2018-2020 e il Piano Operativo 2018 e 2019 dell’Agenda Digitale dell’Emilia-Romagna includono attività mirate a favorire l'inclusione digitale, mediante il coinvolgimento attivo dei territori, promuovendo la creazione dei Punti Pane e Internet (PeI), fulcro di un sistema locale di formazione e supporto continuo allo sviluppo delle competenze ed abilità digitali dei cittadini.

"Sappiamo che oggi molte pratiche si possono sbrigare in maniera più snella e veloce proprio in maniera digitale - dice l'assessora alle politiche sociali Ilaria Marianini -. Penso, ad esempio, all'invio di documenti via email, ma anche alla possibilità di accedere al Fascicolo Sanitario Elettronico. Se questo è semplice e immediato per le giovani generazioni, per altri è più impegnativo. Proprio per questo riteniamo fondamentale garantire corsi di alfabetizzazione digitale a tutti i cittadini, per accompagnarli nell'uso delle nuove tecnologie. Tutto questo, poi, è ancor più importante per chi risiede in una zona montana: internet e i servizi on line possono sopperire alla distanza fisica da uffici, enti o aziende che hanno sede in città". 
 
A livello locale, il coordinamento del progetto sarà curato dall'’Asp San Vincenzo de’ Paoli, nela sede degli Uffici di Santa Sofia in via Unità d’Italia 47. L'ente, insieme a scuole, biblioteche, enti di formazione, associazioni di volontariato, centri di aggregazione ed imprese locali e con il supporto degli uffici comunali, organizzerà corsi di formazione per i cittadini che desiderano migliorare le loro abilità digitali. Inoltre, Pane e Internet garantirà anche la presenza di un servizio di facilitazione digitale, a disposizione dei cittadini che necessitino di auto, fornirà accompagnamento all'uso dei servizi online e promuoverà la diffusione della cultura digitale
 
Entrando nel dettaglio, a Santa Sofia si svolgeranno sia incontri dedicati a chi non ha alcuna dimestichezza con smartphone, tablet e computer, sia – in un secondo momento – corsi di approfondimento. In ogni caso, ogni corso prevede un totale di 8 lezioni che si terranno in orario serale e a cadenza settimanale. I primi corsi saranno: alfabetizzazione sull’uso dello smartphone e tablet - Livello 1 (il giovedì sera dal 7 novembre) e alfabetizzazione sull’uso del computer - Livello 1 (il martedì sera dal 12 novembre), a cui ne seguiranno altri a partire da gennaio 2020. I corsi sono gratuiti ma, per motivi organizzativi, è obbligatoria l'iscrizione da compilare e consegnare presso la Biblioteca Comunale “Luciano Foglietta” di Santa Sofia dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle 12,30 (telefono 0543/974551 e 0543/974526)
 
Oltre ai corsi Pane e Internet, poi, verranno organizzati anche eventi di cultura digitale: due conferenze aperte a tutti, per analizzare questioni specifiche. “A Santa Sofia – conclude Marianini – abbiamo scelto di affrontare tematiche legate ai social, a volte usati in maniera impropria. Ci confronteremo con alcuni esperti e potremo avere un parere autorevole su alcune questioni come il “Parental Control”, ovvero il modo in cui gestire la pubblicazione di foto dei minorenni sui social, e “Quali regole valgono sui social network?”, per capire la maniera giusta in cui postare contenuti difendendo la propria reputazione e senza offendere o ledere quella altrui.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento