menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carlo Ubbiali con il presidente della Otello Buscherini Luciano Sansovini

Carlo Ubbiali con il presidente della Otello Buscherini Luciano Sansovini

All’Old Time Show con Fiat, Mv Agusta e Mario Preta

Old Time Show sommerso dai visitatori in barba alla gravissima crisi economica ed istituzionale. Forte la partecipazione per la grande manifestazione nazionale dedicata al mondo del motorismo storico

Old Time Show sommerso dai visitatori in barba alla gravissima crisi economica ed istituzionale. Forte la partecipazione alla manifestazione nazionale dedicata al mondo del motorismo storico ospitata dalla Fiera di Forlì. Dominata da Fiat e MV Agusta di tutte le epoche e colori, l'edizione 2013 dell'Old Time Show, è stata un apoteosi di auto e moto meravigliose da corsa e da strada, protagonisti per decenni dell'immaginario collettivo degli italiani.

Varcare la soglia del padiglione principale della Fiera di Forlì, ha permesso di accantonare per un paio d'ore le pene quotidiane di questi tempi difficili. Molti dei cinquecento espositori dell'Old Time Show, presenti con circa un centinaio tra modelli sportivi, prototipi e vetture commerciali, provengono dall'estero. Degne di nota la Fiat 508 C Mille Miglia, la prima vettura entrata nella galleria del vento, e la MV Agusta 350 bicilindrica del 1957. Nel cuore del padiglione centrale si è rinnovato il clamore per lo stand dell'associazione culturale “Otello Buscherini”, che anche quest'anno esibisce dei veri gioielli. A cominciare dal leggendario Malanca 125cc., con cui nel 1973 lo sfortunato Otello, morto il 16 maggio 1976 al Mugello, partecipò al Campionato del Mondo vincendo i Gran Premi di Finlandia e Cecoslovacchia.

Il sodalizio di appassionati presieduto da Luciano Sansovini, in arte “Righetto”, esibisce anche la Moto Guzzi che ha trionfato al campionato italiano Endurance con Davide Rossi e Mauro Iosca (il tecnico è Carlo Cagnani), affiancata dalla splendida HD2 che parteciperà al campionato italiano Endurance Vintage GT. Occhio anche alla Suzuki 1000 che correrà nel campionato TT1 con Oreste Zaccarelli, ma soprattutto ai due Morini Settebello Corsa e al Benelli 125, con cui il forlivese Mario Preta vinse tutto quello che c'era da vincere fra il 1954 e il 1955, l'anno della sua morte.

Luciano Sansovini ha colto l'occasione dell'Old Time Show per annunciare la ristampa del libro “Mario Preta - Un campione in punta di piedi”, scritto da Gilberto Giorgetti, Mario Spadola e dallo stesso Sansavini nel 2007. Edvige Preta, sorella dello sfortunato campione, ha appena restituito a Forlì, tramite l'associazione “Otello Buscherini”, coppe, trofei, targhe e quant'altro legato alla breve ma leggendaria epopea del fratello.

Sansovini ha rinnovato un appello all'Amministrazione comunale di Forlì: “La nostra città ha dato i natali a tanti campioni delle due ruote. Sarebbe bello che nel Museo dello Sport che aprirà i battenti nell'ex Gil, fosse ricavata una sezione dedicata al motore e ai suoi appassionati, a cominciare proprio da Mario Preta”.

Recarsi allo stand dell'Associazione Otello Buscherini è significato “toccare con mano” il 9 volte campione del mondo Carlo Ubbiali, Bruno Spaggiari e Remo Venturi, Walter Tassinari e il tre volte iridato Piepaolo Banchi, che quest'anno prenderà parte alla 200 Miglia di Imola con un bolide d'epoca fornito sempre dal sodalizio forlivese capitanato da Sansovini. Giunto alla decima edizione, l'Old Time Show ha permesso di scambiare pezzi di auto e moto, approfittando della presenza di espositori provenienti da tutt'Italia e dall'estero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento