rotate-mobile
Cronaca

Alluvione un anno dopo - "Una notte al buio, col solo rumore di un fiume in piena che cercava spazio per entrare"

"È arrivato da noi a San Tomé in piena notte. E siamo rimasti al buio. Con solo il rumore di un fiume in piena che trovava ogni spazio per entrare"

Per due giorni questo è entrato dentro alle nostre case. È arrivato da noi a San Tomé in piena notte. E siamo rimasti al buio. Con solo il rumore di un fiume in piena che trovava ogni spazio per entrare. Si rimaneva impotenti davanti a quello scempio. Non potrò mai dimenticare, ma nemmeno  voglio farlo. Vorrei solo avere meno paura. Perché ogni volta che piove la prima cosa che guardo è il livello idrometrico del Ponte Braldo.

Leggi le notizie di ForlìToday su WhatsApp

Di quei giorni ricordo la paura, ' impotenza e la fatica. Ma anche il ricordo di persone che ci sono venute in aiuto. Senza conoscerci e senza paura si sono "sporcati" con il nostro fango. Grazie a loro ho capito che veramente nelle difficoltà ci sono persone grandi... Non lo dimenticheremo.  Perché ci sono cose che non si possono dimenticare.  Grazie agli angeli che sono venuti in nostro aiuto. 

Alluvione un anno dopo, tutte le testimonianze

Daniela Bonoli

ALLUVIONE, PER NON DIMENTICARE
Il 16 maggio del 2023 la Romagna si trovò nel giro di poche ore nel dramma dell'alluvione. ForlìToday raccoglie e pubblica i ricordi e le testimonianze dei lettori su quanto accadde in quei giorni. Lo scopo è di costruire e mantenere viva la memoria collettiva su quei fatti.

Se vuoi partecipare con un tuo ricordo invia:
> un testo di minimo 1.500 battute,
> è possibile inviare assieme al testo fotografie o video.

Manda via e-mail a redazione@romagnaoggi.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione un anno dopo - "Una notte al buio, col solo rumore di un fiume in piena che cercava spazio per entrare"

ForlìToday è in caricamento