rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Anche a Forlì e comprensorio la 22esima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare

Saranno 58 i punti vendita di Forlì e comprensorio coinvolti nella 22° edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, in programma sabato in tutt’Italia, all’insegna dell’esigenza manifestata da papa Francesco

Sabato a Forlì come in tutta Italia ritorna la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare. Giunta alla 22esima edizione, l’iniziativa è promossa dalla Fondazione Banco Alimentare onlus, una delle più grandi organizzazioni “no profit” italiane, fondata nel 1989 a Monza dall’industriale Danilo Fossati. L’attività principale è ritirare da rivenditori, aziende di trasformazione o direttamente dai produttori, derrate ormai prossime alla scadenza o semplicemente mal confezionate, per ridistribuirle ogni giorno a migliaia di strutture caritative.

"Quest’anno ci siamo dati l’obiettivo di raccogliere a livello nazionale 16 milioni di pasti in un solo giorno e 1 milione 700mila nella nostra regione - dichiara Stefano Dalmonte, presidente della Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna Onlus - visto che nel 2017 si è toccato il numero più alto dal 2005 di individui in povertà assoluta, oltre 5 milioni secondo Istat. Chiediamo ad ognuno di fare la propria parte, donando una spesa a chi non se la può permettere".

Sempre nel corso dell’edizione 2017, la raccolta operata nella provincia di Forlì-Cesena grazie all’impegno di 2.290 volontari, ha fruttato 80.500 chilogrammi di beni in 123 punti vendita. Questo consente di sostenere circa 50 strutture caritative, come centri di ascolto, Opera San Vincenzo, convitti e case di accoglienza, che a loro volta assistono oltre 6mila persone bisognose. La Colletta Alimentare, che gode dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, è realizzata in collaborazione con l’Esercito Italiano e decine di migliaia di volontari aderenti all’Associazione Nazionale Alpini, alla Società San Vincenzo De Paoli, alla Compagnia delle Opere Sociali, a centinaia di altre associazioni e da quest’anno all’Associazione Nazionale Bersaglieri.

Il Banco Alimentare svolge una funzione fondamentale nel supporto alle organizzazioni di volontariato che assistono i poveri. In tutt’Italia saranno 145.000 i volontari della Fondazione Banco Alimentare Onlus, che si alterneranno in 13.000 supermercati, invitando i clienti a donare alimenti a lunga conservazione (alimenti per l’infanzia, tonno in scatola, riso, olio, legumi, sughi e pelati, biscotti), da consegnare all’uscita del negozio e che saranno poi distribuiti a più di 8mila strutture caritative. Nel 2017, grazie all’efficiente rete logistica delle 21 sedi locali di cui si compone la Rete Banco Alimentare, sono state distribuite oltre 91.000 tonnellate di cibo, di cui 8.452 in Emilia Romagna.

A tutti i volontari coinvolti nella colletta, che avrà come titolo "Condividere i bisogni per condividere il senso della vita", viene offerto come riflessione un brano del discorso di papa Francesco per la Giornata mondiale dei poveri. Davanti ai 58 punti vendita di Forlì e comprensorio aderenti all’iniziativa, saranno presenti ragazzi e adulti con le caratteristiche pettorine gialle. La novità 2018 è che, per intercettare e coinvolgere il maggior numero di persone, sarà possibile aderire alla Colletta Alimentare anche online, facendo la spesa sulle piattaforme di alcune grandi catene di distribuzione. Per altre info basta consultare il sito “www.collettaalimentare.it”, dove è possibile iscriversi come volontario e fare anche la propria donazione. Piero Ghetti
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Forlì e comprensorio la 22esima edizione della Giornata Nazionale della Colletta Alimentare

ForlìToday è in caricamento