Libero con l'indulto, ma con "alias" ha commesso altri reati: arrestato

Un marocchino di 36 anni è stato arrestato lunedì mattina dagli agenti del Commissariato di Polizia di Faenza in esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Forlì

Deve scontare un residio di pena di un anno, tre mesi e 27 giorni di reclusione. Un marocchino di 36 anni è stato arrestato lunedì mattina dagli agenti del Commissariato di Polizia di Faenza in esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Forlì. L’uomo, che risulta gravato da numerosi precedenti penali e coniugato ad una cittadina italiana, si era recato al Commissariato di Faenza per procedere all’istanza finalizzata a regolarizzare la propria posizione di straniero.

L'extracomunitario, nel corso del 2004, mentre stava scontando una pena detentiva nel carcere di Forlì per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, false attestazioni e lesioni personali, si è reso responsabile del reato di estorsione continuata nei confronti di un altro detenuto. Nel 2006, mentre era in attesa della definizione del procedimento giudiziario per estorsione, era stato scarcerato ed espulso dal Territorio Nazionale, rendendosi di fatto irreperibile da quella data.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Terminato il periodo di allontanamento dal territorio nazionale, ha beneficiato dell’indulto per alcuni dei reati commessi. Certo di non avere altre pendenze da scontare e sicuro di non essere individuato con i numerosi alias con i quali ha commesso molti crimini, lo straniero è ritornato in Italia. Gli scrupolosi accertamenti effettuati dai poliziotti del Commissariato, hanno permesso di risalire a tutti gli pseudonimi dell’uomo ed ai relativi provvedimenti pendenti. La condanna alla pena di due anni di reclusione per i fatti del 2004 è diventata nel frattempo definitiva. Il 36enne è stato arrestato e accompagnato in carcere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tuffo in mare si trasforma in tragedia: giovane muore sotto gli occhi degli amici

  • Viene da Malta, ufficializzata la prima compagnia aerea con un aereo con base al "Ridolfi"

  • Coronavirus, tre nuovi tamponi positivi. Un'infermiera colpita per la seconda volta dal virus

  • "Vuole ucciderla", i Carabinieri corrono subito. Picchiava la compagna davanti alla figlioletta, arrestato

  • "Picchiato con calci e pugni": paura sotto la torre dell'orologio, 23enne ferito

  • Apre un nuovo bar-ristorantino a due passi dal Duomo: "Scommetto sul centro, è l'ora del coraggio"

Torna su
ForlìToday è in caricamento