Dopo l'esplosione al bancomat, pioggia di colpi sui carabinieri: proiettile colpisce l'auto di pattuglia

Un proiettile si conficcato nel paraurti dell'auto di pattuglia, una Renault Clio. Altri due pallettoni hanno mandato in frantumi le vetrine dei negozi dietro l'auto dei militari

Hanno sentito il boato e in 1-2 minuti sono arrivati sul luogo dell'esplosione. Qui, appena girato l'angolo, tra le tenebre della notte e il fumo che ancora insisteva sull'area si sono ritrovati sotto una pioggia di colpi di arma da fuoco, forse un Kalashnikov, sparati ad altezza d'uomo e in loro direzione. Quanti colpi? 7-8, forse anche di più. Un proiettile si conficcato nel paraurti dell'auto di pattuglia, una Renault Clio. Altri due pallettoni hanno mandato in frantumi le vetrine dei negozi dietro l'auto dei militari. E' la notte drammatica per due carabinieri di pattuglia a Forlimpopoli, in pieno centro, in piazza Trieste, dietro la rocca medievale della cittadina artusiana.

La banda specializzata in assalti al bancomat ha colpito intorno all' 1.45 della notte tra domenica e lunedì la filiale della Banca di credito cooperativo (Banca Sviluppo) di piazza Trieste, filiale già colpita col gas esplosivo nel febbraio 2017 e da un paio di altre rapine ancora prima. I malviventi hanno utilizzato la solita tecnica della marmotta, vale a dire saturare l'erogatore di denaro con gas esplosivo. La deflagrazione è stata forte ed è stata udita a lunga distanza nel cuore della notte. Sentita anche da due carabinieri impegnati in un posto di controllo in viale Matteotti, che subito hanno capito quanto era accaduto. I carabinieri sono arrivati così sul posto ,al massimo in due minuti. 

VIDEO - La devastazione dopo la sparatoria in piazza Trieste

Quello che segue è puro terrore: i militari trovano di fatto un malvivente incappucciato già appostato e pronto a sparare in loro direzione per coprire la fuga della banda e il recupero del denaro andato disperso nell'esplosione. Una gragnola di colpi, calibro 7.62, sparati da una parte  all'altra di una piazza (a circa 40 metri) a quell'ora per fortuna deserta. Un proiettile colpisce l'auto di servizio, altri due infrangono la vetrina posta dietro. In mezzo diverse auto parcheggiate nel piazzale e il fumo che ancora persiste sull'area. Per fortuna nessuno resta ferito, ma la tragedia è sfiorata, un paio di metri di differenza e il colpo che ha colpito la macchina di servizio avrebbe potuto infrangere un finestrino e colpire un militare.

I carabinieri non hanno fatto a tempo a replicare al fuoco che i ladri, una banda di 3 o 4 persone, sono fuggiti a folle velocità con un'auto di grossa cilindrata. E' possibile che quegli istanti siano stati necessari ai banditi per recuperare i cassetti col denaro. L'ammontare del bottino è ancora al vaglio, ma si stima che possa trattarsi di alcune decine di migliaia di euro. I militari di pattuglia si sono subito lanciati all'inseguimento, tenendo l'auto scura dei fuggitivi per circa un chilometro, ma purtroppo perdendoli di vista  in seguito a causa dell'altissima velocità della fuga. Sul posto sono subito state avviate le indagini per recuperare elementi utili all'individuazione del manipolo di criminali armati che hanno svegliato di soprassalto Forlimpopoli. Nella notte non si registrano altri assalti al bancomat, mentre sono stati 3 la notte precedente tra Marche e Romagna (uno a Cesenatico) e altri due nel Ravennate la notte ancora prima.

carabinieri assalto bancomat-2

assalto-bancomat-forlimpopoli-stanotte-14-10-2019.html-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Stormi di migliaia di uccelli volteggianti sulla città, frastuono sugli alberi: la spiegazione del fenomeno

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • Assume cocaina, perde la testa e cerca delle scarpe tra le auto: non lo ferma nemmeno lo spray al peperoncino

  • Postano su Facebook la foto del gatto rubato dal negozio: madre e figlia nei guai

  • Nella notte spunta uno striscione a Forlì: "Liberazione costellata di massacri e distruzione"

Torna su
ForlìToday è in caricamento