Cronaca

Barista gli nega la birra: ubriaco reagisce minacciandolo con un coltello, arrestato

L’arresto è stato convalidato giovedì e il giudice ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari

La Polizia di Stato ha arrestato in flagranza un 73enne residente in città con le accuse di danneggiamento, resistenza a pubblico ufficiale, violenza al fine di determinare altri a commettere reati e porto illegale di coltello. Il fatto è avvenuto poco prima delle 14 di mercoledì. L’individuo avrebbe pesantemente minacciato un esercente che si era rifiutato di vendergli una birra perché già ubriaco. Il rifiuto ha mandato l’uomo su tutte le furie, e prima dell’arrivo della Polizia avrebbe pesantemente minacciato il titolare e la dipendente affinché la sua pretesa venisse esaudita.

Per legge l’esercente risponde di un reato nel caso serva alcolici a soggetti in stato di manifesta ubriachezza, così che le minacce e l’aggressività dell’individuo hanno portato all’accusa più grave (violenza o minaccia al fine di determinare altri a commettere reati). Secondo quanto ricostruito dalla Polizia, il 73enne prima avrebbe creato scompiglio e minacciato i presenti armeggiando un cartello metallico trovato nei pressi, poi ha anche estratto dalla tasca un coltello a serramanico.

Grazie all’intervento di alcuni passanti è stato allontanato, ma di lì a poche decine di metri ha trovato la Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale della questura, allertata di quanto stava succedendo, che ha provveduto a bloccarlo e disarmarlo. In questa circostanza, il 73enne ha anche reagito, procurandosi così anche l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale. L’arresto è stato convalidato giovedì e il giudice ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barista gli nega la birra: ubriaco reagisce minacciandolo con un coltello, arrestato

ForlìToday è in caricamento