menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dal Lions Club Forlì Host libri in dono ai piccoli in Pediatria

Il Lions Club Forlì Host si traveste da Babbo Natale e dona all'U.O. di Pediatria dell'Ausl di Forlì una quarantina di volumi con cui arricchire la biblioteca del reparto.

Il Lions Club Forlì Host si traveste da Babbo Natale e dona all’U.O. di Pediatria dell’Ausl di Forlì una quarantina di volumi con cui arricchire la biblioteca del reparto. Lunedì il presidente del club, ingegner Claudio Sirri, accompagnato dal vice-presidente Giorgio Maria Verdecchia, direttore dell’U.O. di Chirurgia Toa dell’ospedale “Morgagni-Pierantoni”, ha infatti consegnato al direttore dell’unità, dott. Enrico Valletta, i libri acquistati dal sodalizio.

«E’ la prima volta che un nostro service si rivolge alla Pediatria forlivese – commenta il presidente Sirri – su suggerimento del dott. Verdecchia, abbiamo deciso di portare regali ai piccoli degenti, e abbiamo pensato che qualcosa da leggere fosse un dono utile e gradito, perché aiuta, in modo proficuo, il bambino a distrarsi durante il ricovero ospedaliero». L’unità forlivese, d’altronde, crede e ha investito molto in questa direzione, collaborando attivamente al progetto “Nati per leggere”, curato dalla biblioteca di Forlì e inserito nel Piano di Zona del Comune.

«L’iniziativa ha visto la formazione di 80 lettori volontari, di cui 20 studenti del liceo classico – rivela il dott. Valletta – a partire da ottobre, ognuno di loro assicura 20 ore di lettura ad alta voce in vari punti della città quali biblioteca, reparto di Pediatria, Consultori e centri di vaccinazione. E’ dimostrato che questo è il miglior modo per incentivare i bambini a leggere, e il progetto ha esattamente lo scopo di sensibilizzare i genitori a far propria tale pratica»».

Alla lettura, ora, il dott. Valletta intende affiancare anche la musica. «Nei primi mesi del prossimo anno partirà, in collaborazione col Centro Famiglie del Comune, un laboratorio sull’educazione al suono e alla musica diretto a favorire l’esplorazione dell’ambiente, da parte dei bambini, attraverso i rumori». E non è detto che proprio in questo campo non possano nascere altre iniziative col sostegno dei Lions. «Questo service nei confronti della Pediatria del nostro ospedale è stata una piacevole esperienza – conferma il presidente –; nel futuro, quindi, la collaborazione potrebbe continuare e svilupparsi ulteriormente».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento