rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Il mondo della scuola / Forlimpopoli

Dalle medie alle superiori: nuovo open day all'alberghiero "Artusi" e al liceo "Carducci"

Per partecipare alle giornate di open day non è necessaria la prenotazione, ma  la prenotazione telefonica è obbligatoria per i laboratori di cucina, sala e accoglienza presso l’Istituto Alberghiero e per la lezione simulata al Liceo delle Scienze Umane

Nuovo appuntamento congiunto per la seconda giornata di open day dell’Istituto di Istruzione Superiore di Forlimpopoli che venerdì dalle 18 alle 20 aprirà le porte del Liceo delle Scienze Umane “V. Carducci” e dell’Istituto Alberghiero “P. Artusi” per accogliere gli alunni delle scuole secondarie di primo grado e le loro famiglie. Vivendo insieme un’esperienza coinvolgente e interattiva, insegnanti e studenti incontreranno i futuri alunni, accompagnandoli in un percorso alla scoperta della specificità della proposta liceale dell’indirizzo Scienze Umane, tesa a favorire una formazione con ampie basi culturali e strumenti per proseguire gli studi universitari con particolare riguardo a quelli che preparano alla professione docente, psicologo, esperto dei servizi educativi, sociali e sanitari. I futuri aspiranti chef saranno, invece, condotti alla scoperta dell’itinerario enogastronomico di ospitalità alberghiera proposto dal piano dell’offerta formativa dell’Istituto Alberghiero entrando nei laboratori adibiti alle attività didattiche dei quattro indirizzi di studio, enogastronomia-cucina, servizi di sala e vendita, arte bianca e pasticceria e accoglienza turistica.

“Si tratta di un’occasione preziosa - commenta Mariella Pieri, dirigente scolastico dell’Istituto - dedicata all’informazione e all’orientamento dei ragazzi alla vigilia di una scelta che condiziona in maniera significativa il futuro della loro vita sociale e lavorativa. In più, l’accoglienza degli alunni più piccoli è diventata per l’intero nostro istituto un progetto curricolare, “Chi ben comincia…”, che per il secondo anno consecutivo vede impegnati docenti, studenti neo-arrivati e studenti senior in una serie di attività, concentrate soprattutto nel primo mese di scuola, volte a costruire relazioni positive orizzontali, tra pari, e con gli insegnanti, ai fini di rendere più sereno il passaggio critico tra la scuola di secondaria di primo e di secondo grado con la creazione di un ambiente positivo e collaborativo in cui acquisire conoscenze e competenze. Non solo, si tratta di un progetto articolato che ha lo scopo di accompagnare per tutto il primo anno scolastico gli studenti più piccoli ad affrontare le dinamiche della scuola superiore, a conoscere il nostro istituto e a familiarizzare con tutte le figure che incontrano nella loro vita scolastica. A fare da guida, punto di riferimento e mentore sono i ragazzi più grandi, studenti di quarta e quinta, che a metà tra peer tutor e veri e propri angeli custodi, vigileranno sul percorso scolastico e relazionale dei più piccoli che sono stati loro affidati, guidandoli con fiducia e responsabilità e preparandosi così alla vita che li aspetta fuori dalla scuola".

"L’anno scolastico 2024-25 - continua la Dirigente Pieri - vedrà sia al Liceo sia all’Istituto Alberghiero l’introduzione degli ambienti di apprendimento con aule tematizzate dove faranno il loro ingresso principi e pratiche didattiche innovative che mettono al centro gli studenti con il loro impegno attivo, ossia nuovi spazi di apprendimento fisico e virtuale che arricchiranno il contenuto della didattica di risorse digitali fondate sulla realtà virtuale e aumentata, affiancando le Lim di ultima generazione già presenti in ogni aula del Liceo e dell’Alberghiero. In più l’intero nostro istituto si caratterizza per la grande attenzione all’inclusione, che in questi anni si è anche declinata nella costituzione di un team di personale docente altamente specializzato nelle metodologie didattiche rivolte agli studenti con bisogni educativi speciali, prevedendo anche incontri espressamente dedicati alle famiglie con queste problematiche. La personalizzazione e l’attenzione al singolo studente sono da sempre la nostra cifra educativa: al Liceo delle Scienze Umane, la valorizzazione dei talenti personali, favorita da un clima intimo e accogliente, si traduce in una didattica massimamente orientata all’aspetto pratico e interattivo, capace di coniugare la cultura e l'impegno sociale con attività appassionanti e gratificanti per chi ama mettersi in gioco, una didattica capace di fare scoprire il mondo, l’altro e il sé con l’ausilio di discipline quali la psicologia, la sociologia, l’antropologia e la pedagogia, ma anche attraverso le arti performative, la musica, il teatro e il canto. E così, anche all’Alberghiero, dove sono tantissimi gli eventi e le esercitazioni laboratoriali che vedono i nostri ragazzi protagonisti insieme alla cucina tradizionale, tra innovazione, sperimentazione e sostenibilità ambientale".

La dirigente ricorda la Terza Edizione della Borsa di Studio intitolata a Gianfranco e Bruna Bolognesi, "un evento culinario all’insegna dell’alta cucina e dell’alta formazione che per il terzo anno consecutivo il nostro Istituto tornerà ad ospitare nella serata di giovedì a favore di alunni meritevoli delle classi quinte. A celebrare il grande maestro, che ha sempre promosso e incoraggiato il talento e la passione delle nuove generazioni, saranno alcuni ex alunni eccellenti del nostro Istituto che hanno avuto l’onore e il privilegio di collaborare con Gianfranco Bolognesi agli esordi delle loro carriere riconoscendo in questa esperienza una grandissima valenza formativa e un’opportunità di crescita professionale e umana determinante che ha permesso loro di intraprendere percorsi altamente gratificanti e di raggiungere traguardi di successo. In tale prospettiva, l’evento in programma acquista ancora più pregnanza e ci inorgoglisce in quanto comunità educante, visti i recenti dati pubblicati da Eduscopio della Fondazione Agnelli che anche quest’anno hanno confermato il nostro Istituto al primo posto nella provincia di Forlì-Cesena per opportunità di lavoro al termine del percorso di studi. L’indice di occupabilità dei diplomati dell’Artusi è infatti pari a 69%, con il 58% degli occupati che ha lavorato più di sei mesi in due anni, mentre l’attesa per il primo contratto significativo risulta essere è di 148 giorni”.

Altre sono le proposte di orientamento già calendarizzate: il terzo ultimo Open Day del Liceo delle Scienze Umane “V. Carducci” e dell’Istituto Alberghiero “P. Artusi” sarà sabato 20 gennaio dalle ore 15 alle 18 e denso è anche il calendario dei laboratori di cucina, sala e accoglienza presso l’Istituto Alberghiero e della lezione simulata al Liceo delle Scienze Umane. Per partecipare alle giornate di open day non è necessaria la prenotazione, ma  la prenotazione telefonica è obbligatoria per i laboratori di cucina, sala e accoglienza presso l’Istituto Alberghiero e per la lezione simulata al Liceo delle Scienze Umane. Per consultare maggiori dettagli, si rinvia al sito ufficiale dell’Istituto d’Istruzione Superiore www.iisforlimpopoli.edu.it. 

FOTO LICEO CARDUCCI albero della vita

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalle medie alle superiori: nuovo open day all'alberghiero "Artusi" e al liceo "Carducci"

ForlìToday è in caricamento